Leggi Offline:

biografielogopdf

P. Benedito João Dias, C.Ss.R. 1915-1946 – Brasile.

P. Benedito João Dias, C.Ss.R. 1915-1946.

Il redentorista P. Benedito João Dias, 1915-1946, Brasile, Vice-Provincia Brasiliana. Fu sempre un ottimo confratello. Sarebbe stato un grande missionario, con la semplicità e lo spirito della fede che lo caratterizzavano, ma la tubercolosi lo portò via alla giovane età di 31 anni.

Dati Ufficiali

  • Cognome = Dias
  • Nome = Benedito João
  • Nazionalità = Brasile – (Vice-Provincia Brasiliana)
  • Nato = 17-Ott-1915
  • Morto = 29-Nov-1946
  • Professione = 02-Feb-1934
  • Sacerdote = 18-Dic-1938

Benedito João Dias era di Campinas (GO) dove nacque il 17 ottobre 1915. Entrò nel Giovenato di Aparecida nel gennaio 1927, professò nel 1934, e iniziò i suoi studi in Argentina. Nel gennaio del 1937 ritornò, continuando a studiare al Seminario Maggiore di Tietê inaugurato di recente.
Il 18 dicembre 1938, fu ordinato sacerdote e nominato professore al Giovenato di Aparecida.

Intelligente, allegro e spiritoso, Padre Dias fu sempre un ottimo confratello. Sarebbe stato un grande missionario, con la semplicità e lo spirito della fede che lo caratterizzavano. Amava leggere e studiare, e con gusto scegliere i suoi libri. Non gli mancavano qualità letterarie: fantasia sviluppata, lingua fluente e perfino elegante.
Ma erano altri i piani di Dio per lui. Sempre molto magro, sin dai primi anni di insegnante al Giovenato, contrasse la tubercolosi; e quando lo scoprì, la sua condizione non era delle migliori. Perciò fu ricoverato in ospedale a Campos do Jordão, per un trattamento serio. Ma la malattia era già troppo avanzata. Trascorse alcuni anni nel sanatorio, ma non resistette, morendo all’età di 31 anni il 29 novembre 1946.

Sebbene abbattuto, guardando la sua vita finire così presto, Padre Dias seppe accettare con rassegnazione la volontà di Dio. Mesi prima della sua morte, ringraziando i confratelli per gli auguri e le preghiere per il suo onomastico, scrisse: “Miei cari, la mano del Signore mi ha toccato. Sognavo una tomba gloriosa, in mezzo al campo di battaglia per il Regno di Dio. Ora prego solo Dio che susciti in tutti voi quello spirito che animò il nostro Padre Sant’Alfonso nel lavoro e nella salvezza delle anime. A me non resta che dirvi quello che Girolamo disse al vescovo Agostino: “mi basta un piccolo angolo nel deserto, per terminare i miei giorni e per fare penitenza per i miei peccati. Perseverate, amici miei, nella parte migliore che avete scelto, senza guardare il secolo ed i suoi falsi profeti!”.

CERESP
Redentorista Centro di Spiritualità – Aparecida-SP
Pe.Isac Barreto Lorraine C.Ss.R (In memoriam)
Pe.Vitor Hugo Lapenta CSsR
Pe.Flávio Cavalca Castro CSsR.

_____     Leggi il file pdf  ___ in portoghese

  Se hai bisogno del traduttore

Vai alla pagina delle Biografie di Redentoristi

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

ottobre 12, 2017 at 12:06 am da Salvatore
Categoria: In memoriam
Tags: ,