Leggi Offline:

10 dicembre
Siamo nella Congregazione per essere disprezzati non già per avere applausi e per avere le cose a genio nostro. Adunque mettetevi sotto i piedi di tutti e fate conto di tutti gli altri, ed abbiate impegno di cedere sempre sino all’ultimo fratello. (P. Cafaro in Lettere, 30 giugno 1753 n. 62 pag. 69. Roma 1934).

  • Il P. Emmanuele Ribera, attirato come era alla vita mistica e di contemplazione, presentava un che di singolare e tutto diverso dagli altri, per cui non poteva sfuggire alle critiche dei Padri e dei Superiori. Incompreso dai molti veniva avversato tenacemente nella sua maniera di vivere. Il Signore dispose che anche il suo confessore, il P. Papa, prendesse a perseguitarlo sino a cacciarlo dalla propria stanza quando si andava a confessare, rimproverandogli quel tenore di vita che lo avrebbe logorato nella salute e reso impotente missionario.

Da “Spigolature“, a cura di P. Pompeo Franciosa, 1987.

Da giovane il venerabile P. Emmanuele Ribera (1811-1874) non sembrava raccogliere riconoscimenti. In seguito l'attivo apostolato attraverso la buona stampa e la sua profonda spiritualità gli attirarono l'attenzioni di molti, tra cui il Beato Bartolo Longo.

a

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Dicembre 10, 2011 at 1:00 am da Salvatore
Categoria: Memoriale calendario, temi
Tags: , ,