Leggi Offline:

( ◊ in Scozia)P. Eduard Douglas (1819-1898) (+ in Italia)

P. Eduard Douglas. Roma,1898.

Lord Douglas, nato a Edimburgo il 1° dicembre 1819, da genitori protestanti, era un gentiluomo scozzese.
Dopo aver completato i suoi studi all’università di Oxford, ancora giovane venne a Roma. Era il 1845.

Qui conobbe la falsità della sua religione, abiurò al protestantesimo e non curante del rispetto umano, volle essere iniziato al sacerdozio cattolico. Divenuto poco dopo il più umile e povero discepolo di S. Alfonso consacrò la sua grande fortuna alle opere della Congregazione.

Oltre i segnalati servizi resi alla Provincia Inglese, contribuì largamente con le sue offerte a comprare, costruire ed abbellire la Casa generalizia di Villa Caserta a Roma e la chiesa. Brutti tempi, però, la minacciavano di prossima rovina; il P. Douglas la salvò dell’imminente pericolo.

Pubblicò in italiano e inglese un libro dal titolo “Il Divin Redentore” , contenente la descrizione dei santi luoghi che aveva visitato, confrontati con i racconti evangelici e le trazioni orientali.

L’umiltà brillava in lui di un bagliore speciale: desiderò sempre l’ultimo posto e l’incarico più oscuro. Lo spirito di povertà lo mosse fino a volersi servire solo di cose usate ed a rivestirsi di un abito nuovo solo per ordine del suo superiore.
La semplicità evangelica gli faceva nascondere i suoi straordinari talenti e i tesori di scienza che ornavano il suo spirito. Amava, insomma, essere ignorato e considerato un niente.

Per lunghi anni fu tormentato da numerose e crudeli malattie. Ripeteva incessantemente: «Si faccia la volontà di Dio!… Benedetto sia il Signore!».

Il P. Douglas morì a Roma da Rettore della casa generalizia. Era l’ultimo sopravissuto del Capitolo del 1855 e andò a raggiungere in cielo il Rev.mo Padre Mauron, con il quale era legato da santa amicizia.
«Cujus memoria in benedictione est». Eccli.45,1.Professione: 8 dicembre 1849.
Ordinazione sacerdotale: 25 giugno 1848.

Il servo di Dio P. Edoardo Douglas, scozzese (1819-1898). Era anglicano di ricca e nobile famiglia. Divenne cattolico ed entrò, già sacerdote, tra i Redentoristi. Impegnò il patrimonio di famiglia per la costruzione della Casa e Chiesa S. Alfonso a Roma (foto Raccolta Marrazzo).

_______________________________

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Ottobre 16, 2013 at 12:05 am da Salvatore
Categoria: Congregati di santa memoria, In memoriam
Tags: , ,