Leggi Offline:

BiografieLogoLviv

Mons. Petro Kozak, C.Ss.R. 1911-1984 – Ucraina.

Mons. Petro Kozak, C.Ss.R. 1911-1984.

Il redentorista Mons. Petro Kozak, C.Ss.R. 1911-1984 – Ucraina, della vice Provincia Ruteniense in Galizia.

Il redentorista Mons. Petro Kozak, C.Ss.R. 1911-1984 – Ucraina, della vice Provincia Ruteniense in Galizia. Fu vescovo coadiutore di Mons. B. Sternyuk  C.SS.R.

Database Ufficiale CSSR

  • Cognome = Kozak
  • Nome = Petro
  • Nazionalità = Ucraina – (vice Provincia Ruteniense in Galizia)
  • Nato = 10-Apr-1911
  • Morto = 09-Dic-1984
  • Professione = 28-Ago-1932
  • Sacerdote = 25-Lug-1937
  • Vescovo = 06-Apr-1970

– Mons. Petro Kozak nacque il 10 aprile 1911 nel villaggio Loshniv (ora quartiere Terebovlya, Regione di Ternopil). Nel 1925 si iscrisse al giovenato di Zboyiskah, dove diplomò nel 1931.
Nello stesso anno entrò nel monastero e il 27 agosto iniziò l’anno di noviziato. Fece primi voti il 28 agosto 1932 e alla fine dell’anno andò a studiare in Belgio.Durante gli studi, il 21 settembre 1935, fece i voti perpetui, e il 25 luglio 1937 fu ordinato sacerdote da Mons. M. Charnetsky.
Ritornato in Galizia, fu assegnato come  insegnante al giovenato. Nel maggio del 1939 Padre Petro andò nel monastero nella città. di Kovel. Dopo la chiusura del monastero, nell’autunno del 1939, P. Petro rimase nei villaggi vicino a Galizia.
Nell’estate del 1941 ritornò a Kovel, dove rimase fino all’autunno; poi prestò servizio per un po’ di tempo nei villaggi Potoky e Kopytovi. Quindi fu assegnato a Ternopil, dove nell’agosto 1945 a causa dell’arresto di P.  V. Velichkovsky diventò rettore.
Durante l’anno P. Petro ottenne il permesso di servire nella chiesa, ma all’inizio dell’autunno 1946 dovette portare via da Ternopil tutti i Redentoristi. Si trasferirono nel monastero del villaggio di Holosko; e quando nell’ottobre 1948 anche quel monastero fu soppresso, P. Petro prima andò a Univ, e l’anno successivo a Terebovlia, dove frequentò corsi di contabilità e nel luglio 1949 iniziò a lavorare come ragioniere.

Nel maggio del 1950 fu arrestato ed esiliato in Siberia nel villaggio Bely Yar, Tomsk. P. Petro  fu rilasciato nel mese di ottobre 1960, e nella primavera del 1961 ritornò a casa, dove vivevano alcuni parenti; più tardi si stabilì nel villaggio Vodyane (ora Zymna Voda).
Per l’età della pensione dovette ancora aspettare 10 anni, per cui P. Petro ottenne un lavoro come pompiere, poi di carpentiere e quindi di meccanico. E durante questi lavori egli prestò servizio pastorale a Lviv, Ternopil e Ivano-Frankivsk. Inoltre, insegnò nel seminario clandestino insieme a confratelli e a sacerdoti secolari.
Nell’autunno 1969 fu arrestato Mons.  V. Velichkovsky. Giunse il momento per P. Petro di essere ordinato vescovo da Mons. B. Sternyuk come suo coadiutore.
Negli ultimi anni della sua vita soffrì di cuore. Il Vescovo Petro  morì il 9 dicembre 1984 a 73 anni di età, a 52 anni dalla prima professione, a 49 anni dai voti perpetui, a 47 anni di sacerdozio e a 15 anni di episcopato.

___________________
Profilo biografico
tradotto dall’originale
a cura di P.S. Brugnano

___________    Leggi il file pdf originale    __________

 Se hai bisogno del traduttore

_________________

Vai alla pagina delle Biografie di Redentoristi

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

dicembre 3, 2018 at 12:06 am da Salvatore
Categoria: In memoriam
Tags: , ,