Leggi Offline:

17 ottobre
EFFEMERIDI C.Ss.R = 1747. Capitolo generale a Ciorani.

1747. Capitolo generale a Ciorani.

Il nostro santo Fondatore aveva incaricato il Capitolo generale del 1743 di coordinare le regole e costituzioni osservate fino allora nella Congregazione. Sottomise questo lavoro di insieme ai capitolari riuniti a Ciorani il 17 ottobre 1747.
I congregati dovevano coltivare una dopo l’altra dodici regole fondamentali, o meglio dodici virtù per i dodici mesi dell’anno formavano le grandi sezioni di questo codice. A ciascuna di esse il legislatore aveva annesso le Costituzioni pratiche che ne derivano come da una sorgente.
Due statuti complementari, una sull’organizzazione del governo, l’altro sulla regolamentazione degli uffici completavano queste Regole e Costituzioni dell’istituto del Santissimo Salvatore che Alfonso desiderava sottomettere al più presto all’approvazione della Chiesa.
Nell’attesa, il Capitolo generale ne aveva sancito diversi articoli.
P. BERTHE. Vita di S. Alfonso, I, p. 347.

Ciorani (SA) è stata la sede dei Primi Capitola Generali. In questa cappella arrivano Redentoristi da tutto il mondo per rinnovare i loro voti. (foto Rudy).

_________________ 

IN MEMORIAM 

P. Pierre Bouduban Fleury. Madrid, 1890.
Il P. Bouduban Fleury nacque in Svizzera il 2 febbraio 1848. Quasi subito dopo la professione, contrasse la tisi. Siccome era soggetto a frequenti emorragie, dovette interrompere gli studi per diversi anni.
Nel 1880 i superiori lo mandarono in Spagna, dove esercitò abitualmente l’incarico di ministro. Era un religioso gentile, amabte del lavoro e della pace, dolce ed umile, molto competente sia nelle cose di ordine materiale che nella pratica delle virtù religiose.
Per tutta la vita dovette portare la croce della malattia; la sopportò con una pazienza che edificò i confratelli e morì con i sentimenti di una perfetta rassegnazione alla volontà di Dio, in seguito ad un attacco di apoplessia.  – «In pace in idipsum, dormiam et requiescam». Sal. 4, 9.
Professione: 7 agosto 1871.
Ordinazione sacerdotale: 1 aprile 1876.

_________________ 

P. François Xavier Gestermann. Echternach. 1922.
Nell’affascinante villaggio di Walbach nacque il P. Gestermann il 18 dicembre 1869. Avendo ricevuto la prima educazione nell’orfanotrofio di Saint-Charles di Schiltigheim, fu subito preso in simpatia dal celebre musicista e compositore Schvoederlé, amico di Gounod.
Da questo grande maestro acquistò una meravigliosa conoscenza della musica con cui ha reso preziosi servizi alla Congregazione.
I primi studi del P. Gestermann nell’istituto, dalla sua entrata nel 1881 nel postulantato di Uvrier, fino al suo sacerdozio, furono coronati da successo.

Ordinato sacerdote, esercitò l’incarico di professore di Morale speciale con un notevole talento. Il R.mo Padre Raus gli chiese di pubblicare una nuova edizione della morale del P. Marc, giunta allora alla quattordicesima edizione.  Poi lavorò ancora alla redazione della diciassettesima edizione che fu pubblicata nel 1922.
Il P. Gestermann esercitò anche l’incarico di Rettore nello Studendato.
Inoltre era un missionario molto ardente ed un confessore molto apprezzato. Queste occupazioni così varie ed impegnative scossero la sua salute… comandato il riposo gli fu… e Dio lo chiamò presto al cielo. Il Padre Gestermann aveva compiuto cinquantadue anni.
Il P. Gestermann è stato l’apostolo, il vero Redentorista di cui S. Alfonso ci ha descritto l’ideale: apostolo della parola nelle numerose missioni nei primi anni della vita religiosa; apostolo dell’insegnamento per quattordici anni; apostolo della penna; artista e scienziato.
Lo Studendato non dimenticherà mai di ciò che gli è debitore. La grande bontà, lo spirito di famiglia, la preoccupazione di fare cortesie, gli attiravano i cuori di tutti i soggetti. La grande passione degli ultimi anni fu l’amore per S. Alfonso. Non smetteva di studiarlo, di proporlo come modello nelle conferenze agli Studenti ed alla comunità.
La sua ultima allocuzione del 2 ottobre fu il commento di questo testo: Inveni quem diligit anima·mea; quem vidi, quem amavi, in quem credidi, quem dilexi ; ed egli gode adesso della vista di Dio, che tanto ha amato e cercato di fare amare.
 – «Qui fecerit et docuerit, hic magnus vocabitur in regno coelorum». Mt. 5, 13.
Professione 8 settembre 1889.
Ordinazione sacerdotale: 29 settembre 1894.

La Casa redentorista di Echternach dove a 52 anni è morto il P. Gestermann. Navigando su internet si incontra ancora il suo nome legato alle opere di Morale.

_______________________________

Pensiero e testimonianza sulla virtù del mese nelle SPIGOLATURE
RACCOGLIMENTO = 17 ottobre
APRI

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Ottobre 17, 2019 at 12:03 am da Salvatore
Categoria: In memoriam, Istituto redentorista, Memoriale calendario
Tags: ,