Leggi Offline:

2 dicembre
EFFEMERIDI C.Ss.R – * 1756. Seconda bilocazione di S. Alfonso avvenuta durante un ritiro.

* 1756. Seconda bilocazione di S. Alfonso avvenuta durante un ritiro.

Nel dicembre 1756 S. Alfonso predicava i santi esercizi agli alunni dell’università di Napoli. Da alcuni anni veniva chiamato spesso nella capitale per dare istruzioni religiose negli istituti di istruzione pubblica, e sempre esercitava sui giovani una salutare influenza.
Racconta un distinto sacerdote: «Le prime volte che lo sentii, mi dicevo: “Se il Padre Alfonso crede di commuovere cuori duri come la pietra con queste semplici e dolci parole, perde il suo tempo!”  Ma la predica non era ancora finita che la contrizione spezzava i loro cuori. Riuniti a migliaia, questi giovani esplodevano in singhiozzi… Ancora una volta, dopo la predica sul figliol prodigo, i giovani non trovavano sacerdoti a sufficienza per ascoltare le loro confessioni…. Dicevano: Alfonso è un santo, predica come un santo!».
Questo apprezzamento si sarebbe ancor più confermato nel loro spirito se avessero potuto vedere ciò che accadeva a Pagani mentre il santo predicava a Napoli.
Ogni mese S. Alfonso dava un soccorso in denaro ad una povera donna che era riuscito a convertire. Partendo per Napoli, dimenticò di rilasciare per lei la solita elemosina al portinaio. Afflitta, la mendicante entra in chiesa e racconta il suo sconforto alla santa Vergine. Stava per ritirarsi, quando vide Alfonso vicino al suo confessionale che con la mano le faceva segno di avvicinarsi. Tutta gioiosa si diresse verso di lui e ricevé dalla sua mano il sussidio di cui aveva tanto bisogno. Uscendo dalla chiesa, il primo pensiero fu di andare a rimproverare il Fratello portinaio per averla ingannata e gli dice: «Come! voi siete religiosi e vi divertite a raccontare menzogne ad una povera donna come me! Mi dite che il Padre Alfonso predica a Napoli, ed io l’ho appena visto al suo confessionale». E come prova, mostrò il denaro che aveva appena ricevuto.
Stupefatto, il portinaio corse ad informare il Rettore e i Padri·Mazzini, Margotta e Ferrara presenti in casa. Questi, dopo avere interrogato minuziosamente la mendicante su ogni circostanza di questo fatto singolare, si assicurarono che pur predicando a Napoli, il servo di Dio faceva la carità alla convertita di Pagani.
Testimone al processo di Beatificazione, il Padre Caprioli ha fatto questa deposizione sotto giuramento.
P. BERTHE. Vita di S. Alfonso, I, 555.

S. Alfonso oltre che a tutto il popolo, ha predicato moltissimi ritiri a sacerdoti, gentiluomini e giovani. Il successo era assicurato dalla sua santa vita, la cui testimonianza avvalorava le sue parole.(Particolare del quadro nella Casa di Puchheim, Austria).

_______________ 

IN MEMORIAM

P. Conrad Biedenbach. Puchheim 1881.
Il P. Biedenbach nacque il 18 marzo 1816, in Hesse. Nel 1840, entrò nella Congregazione. Soggiornò a Friburgo, trascorse poi la gran parte della vita a Téterchen.
La vita di missionario fu per più di trent’anni la sua principale occupazione. Assegnato ad una nostra casa francese prima del 1880, subì la medesima sorte di tutti i religiosi: ne fu espulso e si recò poi nella nostra casa di Puchheim.
Le infermità contratte durante le missioni lo resero incapace di ogni movimento, anche di celebrare la santa messa.
Come religioso, il P. Biedenbach era un sostenitore dell’osservanza regolare; edificò grandemente i confratelli per l’amore alla santa Regola. La sua morte fu quella del vero Redentorista, aspettando con fiducia la corona che S. Alfonso ha promesso a coloro che vivono nell’osservanza e muoiono nella Congregazione.
Un curato dei dintorni di Puchheim, avendo appreso che il defunto era un espulso dal suo convento dalla Repubblica francese, fece l’elogio funebre del Padre Conrad. E così il Padre, che non era conosciuto, ebbe un funerale splendido: sette curati e due diaconi, accompagnati da numerosi fedeli, diedero testimonianza pubblica di venerazione al religioso perseguitato.  – «Beati qui persecutionem patiuntur, propter justitiam». Mt. 5-10.
Professione: 16 novembre 1840.
Ordinazione sacerdotale: 30 novembre 1841.

Il magnifico complesso redentorista di Puchheim (Austria): la bella chiesa, dedicata alla Madonna del Perpetuo Soccorso, è meta di pellegrinaggi e la Casa è ancora un luogo ricercato di esercizi spirituali (foto in AGHR).

 _______________________________

Pensiero e testimonianza sulla virtù del mese nelle SPIGOLATURE
AMORE ALLA CROCE = 2 dicembre
APRI

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

dicembre 2, 2018 at 12:03 am da Salvatore
Categoria: In memoriam, Memoriale calendario, Profili biografici
Tags: