Leggi Offline:

25 settembre
EFFEMERIDI C.Ss.R = 1809. Congregazione antipreparatoria per l’approvazione dei miracoli richiesti per la Beatificazione del Venerabile Alfonso Maria de Liguori.

1809. Congregazione antipreparatoria per l’approvazione dei miracoli richiesti per la Beatificazione del Venerabile Alfonso Maria de Liguori.

Questa Congregazione non avendo potuto avere luogo a causa della presenza delle truppe francesi, allora padroni di Roma, fu sostituita dall’invio dei voti dai membri di questa Congregazione al cardinale di Pietro.

Un bambino davanti al feretro con la salma di Alfonso proclama: “Alfonso Santo! Alfonso in cielo!” – Il cammino di beatificazione ha conosciuti alcuni fermi a causa delle condizioni politiche dedl tempo (invasione dei francesi, restaurazione…).

____________________ 

IN MEMORIAM 

Fr. Thomas (Kneissle). Uvrier (Svizzera), 1888.
Il Fratello Thomas è nato ad Emmerkingen, diocesi di Rottemburg, il giorno 8 dicembre 1810. In Congregazione fu un abile calzolaio: conosceva a fondo il suo mestiere, amava formare i collaboratori, e soprattutto trasmettere loro lo spirito di povertà.
Fiutava il tabacco, ma si privava di questo rimedio durante le novene delle grandi feste. Per lungo tempo soffrì di violenta asma. La vivacità del carattere gli fornì l’opportunità di lottare energicamente contro se stesso e fare atti di umiltà. Dio si incaricò peraltro di purificare la sua anima con lunghe sofferenze.
Fratello Thomas amava la Congregazione come una madre, viveva solamente per lei, si rallegrava dei nuovi novizi e si rattristava per le sue tribolazioni.
La morte lo sorprese improvvisamente. —«Justus autem si morte praeoccupatus fuerit, in refrigerio erit». Sap. 4 7.
Professione: 13 aprile 1846.

Uvier 1888 – La Comunità con gli aspiranti  nell’anno della morte di Fratello Thomas (foto in AGHR).

____________________ 

P. Henri Despret. Tournai (Belgio), 1903.
Henri Despret nacque a Roubaix, (Nord) il 25 agosto 1816, da famiglia ricca e fervente cristiana. Si può dire di lui che è stato il modello perfetto di religioso-missionario.
Entrò nella Congregazione all’età di trentaquattro anni. Era fondatore di una scuola di agricoltura diffusa a Leuze in Belgio e che nel 1903 godeva già di una notorietà e di una prosperità notevole.
Ordinato sacerdote, esordì nel ministero apostolico dalla casa di Liége. A Tournai fondò la confraternita della Santa Famiglia. Là conobbe il Rev.mo Padre Passerat, dimissionario, ed alla sua scuola si formò ad un eminente ideale di virtù.
Dopo l’espulsione dei Padri belgi delle case del Nord, il P. Despret fu nominato Vice-provinciale di queste case che furono riunite alla Provincia francese solo nel 1863. Fu parecchie volte Rettore, diventò poi fondatore della casa di Lille e primo superiore dell’aspirantato a Saint-Maurice.

Missionario, era un lavoratore infaticabile. Difficilmente si potrebbe immaginare un’esistenza più attiva della sua. Predicò missioni e ritiri spirituali fino agli ultimi anni  Egli ha donato la vita, le sue forze, la stessa liberalità, ma soprattutto ha donato l’edificazione delle virtù. In questo ammirevole religioso dominavano l’energia e la forza.
La sua ruvida virtù aveva senza dubbio una impronta di rigida austerità, ma, dopo tutto, di un così glorioso difetto si è tentato di farne una virtù.
Il suo motto era: “Corde magno ed animo volenti.” non indietreggiava davanti a nessuna difficoltà. Fu sempre osservante intransigente della Regola e custode delle antiche tradizioni della Congregazione. Recitava il breviario in cappella con tutte le rubriche come se fosse stato con la comunità riunita.

Durante la malattia, esigeva che gli si facesse mattina e sera la lettura della meditazione e della Regola nei giorni delle “Quattro-tempora”. «Si deve sempre trovare il tempo per fare orazione», diceva ad uno dei suoi confratelli sovraccarico di occupazioni.
Celebrò il giubileo dei cinquant’anni di professione religiosa e di sacerdozio, e quello dei sessant’anni di professione. Quando le forze vennero a mancare, preferì finire i giorni nella comunità di Tournai, testimone dei primi anni della sua vita religiosa.
Non ebbe violente sofferenze: era il Redentorista che si raccoglieva nella preghiera sulla soglia dell’eternità. —«Quicumque hanc regulam secuti fuerint, pax super illos et misericordia». Gal. 6, 16.
Professione: 29 settembre 1839.
Ordinazione sacerdotale : 21 dicembre 1844.

L’antica Casa di Tournai, sede di aspirantato.

____________________ 

Fr. Paul Lamonnier. (Massiges), Marne, 1915. Novizio
Ucciso nella guerra del 1914.
 

Di questo novizio corista sappiamo solo che fu chiamato sotto le armi durante il noviziato, prese parte alla guerra del 1914 e fu ucciso il 25 settembre 1915 durante un attacco.
Nacque a Saint-Amand, diocesi di Cambrai, il 17 novembre 1895.
—«Memor esta mei». Tb. 3. 3.

_______________________________

Pensiero e testimonianza sulla virtù del mese nelle SPIGOLATURE
MORTIFICAZIONE = 25 settembre
APRI

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

settembre 25, 2018 at 12:03 am da Salvatore
Categoria: In memoriam, Memoriale calendario
Tags: