Leggi Offline:

4 Sett. di Pasqua – Mercoledì – Sposa dello Spirito Santo
O Maria, piena di Spirito Santo (Lc 1, 35), svelami il segreto della tua docilità..

• O Maria, tu sei santa di corpo e di spirito. In un modo tutto speciale tu puoi dire: « la mia conversazione è nei cieli »… Tu sei il giardino, la fonte sigillata, il tempio del Signore, il santuario dello Spirito Santo; tu sei la vergine prudente che non solo è fornita d’olio, ma che ne ha nascosto la pienezza nel suo vaso…
O Maria, come hai potuto raggiungere la maestà inaccessibile di Dio, se non bussando, chiedendo, cercando? Sì, tu hai trovato quello che hai cercato e l’Angelo ti ha detto: “ hai trovato grazia presso Dio ». Ma come tu, già piena di grazia, trovi ancora grazia? Oh, sei veramente degna di trovare grazia tu che non ti accontenti della tua pienezza né del bene che possiedi, ma domandi una sovrabbondanza di grazia per la salute‑ del mondo! Lo Spirito Santo sopravverrà in te ‑ ti ha detto l’Angelo ‑ e questo prezioso balsamo si effonde su di te con tanta profusione che da te si riversa su tutta la terra.
(S. Bernardo, De aquaeductu 9 .5)

_______________

• O Maria, nell’immacolato santuario della tua anima sempre abitò lo Spirito Santo, che fu l’unico direttore sempre obbedito, sempre secondato di tutti i tuoi atti interni ed esterni… Di te, più che di ogni altra anima fedele, si può dire che lo Spirito Santo è il dolce Ospite dell’anima. Chi può immaginare i celesti colloqui, le altissime comunicazioni e i vicendevoli slanci d’amore tra la tua anima immacolata e il dolce Ospite? (Maria, Angeli e Santi p 15).
• O Maria, che allo Spirito Santo sempre lasciasti il governo e la direzione della tua mente, del tuo cuore e delle tue azioni,… facci ben intendere quanto sono felici e come corrono per la via della perfezione quelle anime che si lasciano governare dallo Spirito Santo, che lo pregano, lo onorano, lo ascoltano, lo obbediscono e sottomettono in ogni cosa il proprio spirito allo Spirito’ di Dio (Allo Spirito Santo p 31 3 ).
(
B. Elena Guerra).

_______________
da “Intimità divina”
Roma 1992

O Maria, tu fosti infiammata di Spirito Santo come fa il fuoco con il ferro; di modo che in te si vedeva solo la sua fiamma e si sentiva solo il fuoco dell’amore divino (S.Alfonso).

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Aprile 24, 2013 at 12:01 am da Salvatore
Categoria: Liturgia e devozioni, Preghiere di S. Alfonso
Tags: ,