Leggi Offline:

Tempo Ordinario 2a settimana, giovedì – Siate perfetti
Maestro buono, insegnami la via che conduce alla vita (Mc 10, 17; Mt7, 14).

• Dio mio, quello che più d’ogni altra cosa ci chiedi è che ti imitiamo, secondo le parole di Cristo: « Siate perfetti come è perfetto il vostro Padre celeste “ … Voglio dunque darmi a te con grande desiderio di imitarti nella tua santità, nella tua purezza e carità, nella tua misericordia e pazienza, prudenza, mansuetudine e in tutte le altre tue perfezioni.
Perciò ti prego di volere tu stesso imprimere nell’anima mia un’immagine e una rassomiglianza perfetta della santità della tua vita e delle tue virtù.
(S. Giovanni Eudes, Miseria dell’uomo e grandezza del cristiano II, 8, p 127).

_______________________

• O Signore, tu non puoi ispirare desideri inattuabili, perciò posso, nonostante la mia piccolezza, aspirare alla santità. Diventare più grande mi è impossibile, debbo sopportarmi tale quale sono con tutte le mie imperfezioni, nondimeno voglio cercare il mezzo di andare in Cielo per una via ben dritta, molto breve, una piccola via tutta nuova.
Siamo in un secolo d’invenzioni; non vale più la pena di salire gli scalini… un ascensore li sostituisce vantaggiosamente. Vorrei anch’io trovare un ascensore per innalzarmi fino a te, Gesù, perché sono troppo piccola per salire la dura scala della perfezione. Allora ho cercato nei libri santi l’indicazione dell’ascensore, oggetto del mio desiderio, e ho letto queste parole pronunciate dalla Sapienza eterna: « Se qualcuno è piccolissimo venga a me ».
Sono dunque venuta, pensando di aver trovato quello che cercavo… L’ascensore che deve innalzarmi fino al Cielo sono le tue braccia, o Gesù! Perciò non ho bisogno di crescere, al contrario, bisogna che resti piccola, che lo divenga sempre di più. Dio mio, tu hai superato ogni mia speranza ed io voglio cantare le tue misericordie.
(S. Teresa di Gesù B., Scritto Autobiografico C 271‑2).

_______________
da “Intimità divina”
Roma 1992

Giacché siamo così imperfetti in esercitar le virtù, siamo almeno perfetti nell’umiliarci.(S.Alfonso).

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Gennaio 23, 2014 at 12:01 am da Salvatore
Categoria: Liturgia e devozioni, Preghiere di S. Alfonso
Tags: