Leggi Offline:

II settimana di Natale, martedì – La Chiesa missionaria
Si conosca, o Signore, la tua via sulla terra, la tua salvezza sia nota a tutti i popoli (Sal 67, 3).

• Dio, tu che hai mandato nel mondo il tuo Figlio, luce vera, compi le promesse con l’effusione del tuo Spirito: egli sparga nel cuore degli uomini il seme della verità, e susciti in essi una risposta di fede, perché, rigenerati per il battesimo a una vita nuova, entrino tutti a far parte del tuo unico popolo.
Guarda, Signore, il volto del tuo Cristo che ha dato se stesso in riscatto per tutti: per mezzo di lui dal sorgere del sole fino al suo tramonto sia glorificato il tuo nome tra i popoli e in ogni luogo salga alla tua maestà divina l’offerta di un unico sacrificio.
(Messale Romano, Messa Evangelizzazione popoli).

_______________

• Io sento la vocazione del guerriero, del sacerdote, dell’apostolo, del dottore, del martire; finalmente sento il bisogno, il desiderio di compiere per te, Gesù, tutte le opere più eroiche…
Gesù mio, che cosa risponderai a tutte le mie follie? Esiste un’anima più piccola, più incapace della mia?… Nella carità tu mi dai la chiave della mia vocazione. Capisco che, se la Chiesa ha un corpo composto da diverse membra, l’organo più necessario, più nobile di tutti non le manca, capisco che la Chiesa ha un cuore e che questo cuore arde d’amore.
Capisco che l’amore solo fa agire le membra della Chiesa, che, se l’amore si spegnesse, gli apostoli non annuncerebbero più il Vangelo, i martiri rifiuterebbero di versare il loro sangue… Capisce che l’amore racchiude tutte le vocazioni, che l’amore è tutto, che abbraccia tutti i tempi e tutti i luoghi, in una parola che è eterno…
Ebbene, io sono la figlia della Chiesa, e la Chiesa è Regina, poiché è tua sposa, divino Re dei re… Mi sono interdette le opere clamorose, non posso predicare il Vangelo, non posso versare il mio sangue; ma che importa, i miei fratelli lavorano al mio posto ed io… sto lì, proprio vicino al tuo trono… e amo per i miei fratelli che combattono.
(S. Teresa di G. B., Scritto Autobiografico B 250.252.254.257).

_______________
da “Intimità divina”
Roma 1992

Signore mio,ti raccomando il Sommo Pontefice e tutti i prelati e sacerdoti: dona loro spirito di santificare tutto il mondo. Ti raccomando gl’infedeli, gli eretici e tutti i peccatori: dona loro luce e forza di lasciare il peccato, per darsi ad amare solamente te, sommo bene. (S. Alfonso).

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Gennaio 7, 2014 at 12:01 am da Salvatore
Categoria: Liturgia e devozioni, Preghiere di S. Alfonso
Tags: