biografielogopdf

P. Etienne Lemaire, C.Ss.R. 1944-2019 – Belgio/Brasile.

P. Etienne Lemaire, C.Ss.R. 1944-2019.

Il redentorista P. Etienne Lemaire, 1944-2019, Belgio, Provincia di Bruxelles Sud. Missionario in Brasile per lunghi anni, ha consacrato la sua vita ai bambini senza futuro e a coloro che la vita non ha favorito. Un “santo dei nostri giorni”. È morto a 75 anni.

Dati Ufficiali C.Ss.R.

Ho incontrato un santo”
di Jean-Jacques Durré

Tutti nella nostra vita, abbiamo l’opportunità di incontrare persone eccezionali, per il loro talento, il loro impegno o il loro carisma. La nostra Chiesa universale è piena di queste personalità di talento. Ci sono veri santi anche nei tempi moderni, i cui nomi non appariranno mai sul calendario. Ma non siamo tutti chiamati ad essere santi? Nell’aprile 2018, papa Francesco ha reso pubblica l’esortazione apostolica Gaudete et esultate sul “richiamo alla santità nel mondo moderno”. Un importante testo del suo pontificato, in cui Francesco ci ricorda che ogni battezzato ha una vocazione alla santità.

Se lo ricordo, è per rendere omaggio a uno di questi “santi moderni” che mi ha fatto l’onore di concedermi la sua amicizia: padre Etienne Lemaire, un religioso redentorista.
Stabilitosi in Brasile, nel Nordeste, dove ha officiato per 45 anni nella città di Propria, è tornato questa settimana alla Casa del Padre, all’età di 75 anni.
Mettersi al servizio dei più poveri e dei più fragili, gli è venuto dall’emozione che lo ha travolto nel momento in cui ha visto la difficile situazione dei bambini e l’elevata mortalità infantile.
A Propria, ha fondato un asilo nido, dove sono stati ricevuti più di 500 bambini e hanno ricevuto assistenza sanitaria e cibo.
“Siamo stati aiutati finanziariamente dalle autorità fino a poco tempo fa. Ma oggi non riceviamo più sussidi e dobbiamo vivere di donazioni ”, ha detto il religioso, in un’intervista alla Dimanche e RCF nel 2016. Ma questo non gli ha fatto abbassare le braccia. Ha anche messo in evidenza il flagello della corruzione che affligge il Brasile, il suo paese adottato dove ora riposa.

Nel suo ultimo messaggio scritto per Natale, ha ricordato la sua ultima sfida: scavare un pozzo per acqua potabile. Sfida riuscita! “In segno di gratitudine, ho chiesto a uno scultore di realizzare una statua della Vergine con Bambino da una statuetta che avevo riportato dal Belgio 45 anni fa. Ci ricorda, in questo periodo di Natale, Colui che ci ha dato l’autore della Vita e quest’acqua che sgorga dalle profondità della terra, non è anche una fonte di vita? “, ha scritto.

Oggi, la sua famiglia in Belgio, i suoi “figli” che sono stati adottati dalle famiglie belghe, i suoi “figli” di Propria lo piangono ma mantengono questa speranza che è stata ancorata nel cuore di padre Etienne. Mettere la propria vita interamente al servizio di coloro che non hanno nulla, che soffrono, che disperano, senza pensare a se stessi, ecco cos’è la santità, che era padre Etienne Lemaire.

In questo periodo natalizio, pensiamo a tutti quei religiosi, uomini e donne, sacerdoti, chierici, laici che dedicano il loro tempo a fianco di coloro che la vita non ha favorito. Vivono il Vangelo e portano una luce di speranza.
Questa è anche e soprattutto la Chiesa nella nostra società secolarizzata. Una chiesa che non si arrende, che non si arrende mai anche se il cielo a volte è molto scuro.

Jean-Jacques Durré, 19 dicembre 2019.

_____     Leggi il file originale pdf _  In francese.

  Se hai bisogno del traduttore

Vai alla pagina delle Biografie di Redentoristi