28 dicembre
È duro soffrire quando si soffre senza un fine. Ma la sofferenza è singolarmente addolcita quando si vede in essa un bene amabilissimo. E in questo modo la nostra Regola ci fa guardare la sofferenza. Essa vuole che noi portiamo la croce e ci predica l’amore di questa croce divina. (P. Desurmont in Quelques reflexion surl’observacen regulière. Ediz. Frane. pag. 42).

Da “Spigolature“, a cura di P. Pompeo Franciosa, 1987.

Arienzo (CE) - Cappella nel Palazzo Vescovile - Qui S. Alfonso pregava con fervore - I Redentoristi hanno guardato sempre al loro Fondatore per assimilarne lo spirito.