L’annuncio della Parola oggi

_________

“La parola di Dio dimora in voi che avete vinto il maligno” (1Gv, 2,14).

1. Vangelo e riflessione della domenica del Corpus Domini_C (Lc 9,11-17).
“Tutti mangiarono a sazietà”.
In quel tempo, Gesù prese a parlare alle folle del regno di Dio e a guarire quanti avevano bisogno di cure.
Il giorno cominciava a declinare e i Dodici gli si avvicinarono dicendo: «Congeda la folla perché vada nei villaggi e nelle campagne dei dintorni, per alloggiare e trovare cibo: qui siamo in una zona deserta».
Gesù disse loro: «Voi stessi date loro da mangiare». Ma essi risposero: «Non abbiamo che cinque pani e due pesci, a meno che non andiamo noi a comprare viveri per tutta questa gente». C’erano infatti circa cinquemila uomini.
Egli disse ai suoi discepoli: «Fateli sedere a gruppi di cinquanta circa». Fecero così e li fecero sedere tutti quanti.
Egli prese i cinque pani e i due pesci, alzò gli occhi al cielo, recitò su di essi la benedizione, li spezzò e li dava ai discepoli perché li distribuissero alla folla.
Tutti mangiarono a sazietà e furono portati via i pezzi loro avanzati: dodici ceste.

_________________

2. Video-riflessione di Giuseppe De Nardi su Lc 9,11-17 di Telepace Holy Land TV (dur. 6,57) – da YouTube.

3. Video – Milano 20 giugno 2019 La celebrazione diocesana del Corpus Domini – omelia di mons. Delpini di chiesadimilano.it (dur. 11,57) – da YouTube.

_________________

4a. Video – Infiorate Lionesi VII edizione – Corpus Domini 2019 di Domenico Pastore (dur. 3,35) – da YouTube.

_________________

4b. Video – Infiospot 2019 – Decima edizione di Ogliara in fiore – L’Infiorata di Salerno (dur. 2,28) – da YouTube.

_________________

5. Video – Lauda Sion Salvatorem (Sequenza Corpus Christi) di Stephan George (dur. 6,54) – da YouTube.

_________________

6. Video C.Ss.R. – Storia a disegni di Gerardo Maria Mayela di Soy Redentorista (dur. 8,37) – da YouTube.

_________________

7. Un insegnamento di S. Alfonso.
L’Eucaristia, memoriale dell’Amore di Cristo per noi.

“Prima della festa di Pasqua Gesù, sapendo che era giunta la sua ora di passare da questo mondo al Padre, dopo aver amato i suoi che erano nel mondo, li amò sino alla fine (Gv 13,1).

♦ L’amantissimo nostro Salvatore, sapendo esser già arrivata l’ora di partirsi da questa terra, prima di andare a morire per noi, volle lasciarci il segno più grande che potea darci del suo amore, qual fu appunto questo dono del SS. Sagramento.
♦  Dice S. Bernardino da Siena che i segni d’amore che si dimostrano in morte, più fermamente restano a memoria, e si tengono più cari.
Onde sogliono gli amici, morendo, lasciare alle persone che hanno amate in vita, qualche dono, una veste, un anello, in memoria del loro affetto.
Ma voi, Gesù mio, partendo da questo mondo che cosa ci avete lasciato in memoria del vostro amore? Non già una veste, un anello, ma ci avete lasciato il vostro corpo, il vostro sangue, l’anima vostra, la vostra divinità, tutto voi stesso, senza riservarvi niente.
Dice il Concilio di Trento che, in questo dono dell’Eucaristia, Gesù Cristo volle quasi cacciar fuori tutte le ricchezze dell’amore che egli serbava per gli uomini.
(da “Pratica di amar Gesù Cristo”)
Leggi tutto il capitolo.

_________________

La solennità del Corpus Domini, in molti luoghi è rallegrata da bellissime infiorate che esaltano il Mistero dell’Eucaristia. E’ onorare il Corpo di Cristo sacrificato per noi; ma il cristiano non può dimenticare che la Carne di Cristo è quella dei sofferenti, dei malati, dei profughi che bisogna onorare con ogni rispetto e amore.