Leggi Offline:

Fiori alla Madonna per ogni giorno del mese di maggio

La devozione popolare in questo mese spinge i fedeli ad esprimere ogni giorno alla Madonna un fioretto e una giaculatoria. 

Ecco il mese di maggio intero con il fioretto e l’antica giaculatoria del P. Muzzarelli  aggiornata dal P. Mosè Simonetta redentorista  e il link ad ogni giorno per immagini e video. 

  _____________

Fioretti e giaculatorie del mese di maggio.

Giorno 1

Fioretto
Decidete di dedicare questo mese alla Madonna, impegnandovi ad essere fedeli alla partecipazione della celebrazione vespertina in suo onore. – La Madre del cielo vi invita: Venite, o figli, ascoltatemi; vi insegnerò il timore del Signore. 

Giaculatoria
Deh, lascia, o Vergine,
che anch’io ti onori:
Tu che sei l ‘unica
gioia dei cuori. 

Giorno 2

Fioretto
La Madonna è invocata “Aiuto dei cristiani”. Lei è stata posta da Dio per aiutare gli uomini a raggiungere il Figlio suo, che è la salvezza del mondo. Maria quindi può aiutarvi a salvarvi l’anima.- Impegnatevi a pregarla ogni sera, o recitando il Rosario, o almeno 10 Ave Maria prima di andare a dormire.

 Giaculatoria
Un dono voglio
da Te, Maria:
salva, ti supplico,
quest’ alma mia. 

Giorno 3

Fioretto
Il tempo è dono che Dio vi fa per santificarvi. Quante volte invece il tempo viene sciupato in cose inutili o in commettere peccati. – Se non lo avete fatto ancora, impegnatevi a santificare il tempo offrendo ogni mattina al Signore la vostra giornata di lavoro, e chiudetela a sera con preghiere di ringraziamento.

 Giaculatoria
O Madre, donami
un’alma pura
e del ciel mostrami
la via sicura. 

Giorno 4

Fioretto
Bisogna morire. Come vorreste trovarvi in quel momento? – Se desiderate trovarvi amico di Dio, cercate di vivere come amico di Dio. Anzi, vivete coane se ogni giorno fosse l’ultimo che il Signore vi concede. Pensateci e santificatelo.

 Giaculatoria
Nell’ ultim’ora
della mia vita,
Madre dolcissima,
porgimi aita. 

Giorno 5

Fioretto
Iniziate da questa sera – se ancora non lo fate – la pratica di fare l’esame di coscienza prima di andare a letto. Questa pratica servirà a fare un giudizio sulle vostre azioni per evitare i peccati per il giorno successivo, e prevenire il giudizio di Dio. 

Giaculatoria
Nel giorno estremo,
giorno di pianto,
Vergine, coprimi
sotto il tuo manto. 

Giorno 6

Fioretto
L’inferno esiste, lo ha detto Gesù. Maria non permetterà mai che un suo figlio devoto vi possa cadere. – Conservate per tutta la vita questa devozione alla Madonna, alimentandola con ripetere spesso durante la giornata: Madre mia, fiducia mia. 

Giaculatoria
Dal cupo, orribile,
eterno esiglio,
o Madre, salvami,
ché son tuo figlio. 

Giorno 7

Fioretto
È un dovere cristiano pregare per i morti. Quando fate le vostre orazioni, aggiungetene sempre qualcuna per le anime del Purgatorio. – In particolare partecipate alla Messa, oppure offrite tutte le preghiere della giornata per le anime del Purgatorio. 

Giaculatoria
Lassù, nei cieli
Tutto tu puoi:
Deh, prega sempre
pei figli tuoi. 

Giorno 8

Fioretto
Il Paradiso è la visione di Dio. Per fissare i propri occhi in Dio, occorre essere limpidi. – Evitare di guardare spettacoli osceni, e di leggere libri e riviste che tolgono allo spirito la purezza del cuore. 

Giaculatoria
Per queste anime
a te fedeli
supplica, o lucida
Porta dei cieli. 

Giorno 9

Fioretto
Impegnatevi a vivere la vita di Grazia, a conservare cioè la vera figliolanza divina. Pensate anche che non v’è gioia più grande che essere figlio di Dio. – Evitate perciò ogni peccato che vi allontana dal Signore, facendovi perdere la sua amicizia. 

Giaculatoria
I piedi scioglimi
dai lacci rei
e splendi amabile
agli occhi miei. 

Giorno 10

Fioretto
Non c’è male più grande del peccato. Con il peccato l’uomo: * si allontana da Dio; * mette in croce Gesù Cristo; * manda via lo Spirito Santo dal cuore; * rompe l’amicizia con i fratelli. – Ripetete spesso con san Domenico Savio: “La morte, ma non peccati”. 

Giaculatoria
Lungi mantieni
da questo seno
dell’atra colpa
il rio veleno. 

Giorno 11

Fioretto
Ricordate quel che Gesù ha detto: “Non si possono servire due padroni: Dio e il demonio”. Decidete di portare anche esternamente un segno che dice la vostra appartenenza a Dio, per esempio: la corona, l’abitino o una catenina con medaglia o immagine sacra; ma non come ornamento o amuleto, bensì come richiamo a noi stessi e agli altri della nostra fede. 

Giaculatoria
Col dolce vincolo
del puro amore,
Madre, incatena
a te il mio cuore. 

Giorno 12

Fioretto
L’odio uccide la vita. L’odio uccide l’amore. La vita e l’amore Dio li ha manifestati nel suo Figlio Gesù Cristo. – Offrite la vostra giornata di preghiere e di lavoro per tutti coloro che oggi provocano la morte di un altro, o con uccisione o con aborto, e per tutti coloro che vengono uccisi, o adulti o bambini. 

Giaculatoria
O Madre, stampami
sin dentro al core
le piaghe amabili
del mio Signore. 

Giorno 13

Fioretto
Riflettete che ogni vostro gesto o parola incide sempre sugli altri positivamente o negativamente. – Impegnatevi a correggere il vostro comportamento in modo che in voi si possa realizzare quel che ha detto Gesù: “Gli uomini vedano le vostre opere buone e diano gloria al Padre vostro che è nei cieli”. 

Giaculatoria
Vorrei perdono
dei falli miei,
dei falli altrui ,
perdón vorrei. 

Giorno 14

Fioretto
Decidi di combattere la bestemmia nella tua vita, nella tua casa, nel tuo paese. – Impegnati innanzitutto a non bestemmiare mai, e a correggere con coraggio quando senti qualcuno bestemmiare. Se non puoi intervenire, recita subito almeno una preghiera, anche silenziosa, per riparare il male che si diffonde con la bestemmia. 

Giaculatoria
Se fra le eterne
fiamme non sono,
Vergine eccelsa,
fu per tuo dono. 

Giorno 15

Fioretto
Gesù ha detto: “Il vostro parlare sia sì, quando è sì, e no, quando è no”. – Non dicendo la verità si possono commettere molti peccati, ingannando gli altri e portandoli sulla strada spagliata. – La bugia fa somigliare l’uomo al demonio, che è bugiardo e ingannatore. Proponete di non ingannare mai il prossimo.

 Giaculatoria
La lingua sordida
d’atro veleno,
o Madre, cingimi
di doppio freno. 

Giorno 16

Fioretto
Tutto quello che abbiamo ci è stato donato da Dio. Se lo abbiamo ricevuto, dobbiamo anche lasciarlo. – Cercate di distaccare il cuore dai beni di questo mondo e legatelo ai beni eterni, che non finiscono mai. – In considerazione di tutto ciò, cercate di fare un’elemosina ad un bisognoso, appena vi capita l’occasione. 

Giaculatoria
A voi, Giuseppe,
Gesù e Maria,
affido il cuore
e l’alma mia. 

Giorno 17

Fioretto
Quante volte evitate di fare il bene per rispetto umano? Quante volte si parla della fede o contro la fede, e non avete il coraggio di intervenire? – Promettete alla Madonna di non farvi vincere dal rispetto umano, e di dimostrare anche esternamente la vostra fede, con coraggio. Pensate che il vostro esempio può trascinare altri a seguirvi. 

Giaculatoria
Per tutti i rei
deh, prega Iddio:
son reo, purtroppo,
o Madre, anch’io. 

Giorno 18

Fioretto
Come stai vivendo questo mese di maggio? Ti senti più impegnato nella tua fede? Se vuoi essere protetto da Maria, cerca di parlare ad altri tuoi familiari o amici della devozione alla Madonna, come mezzo necessario per salvarsi, e impegnati a farli partecipare alla celebrazione vespertina in suo onore. 

Giaculatoria
Madre e Sovrana
sei del mio cuore:
rendilo degno
del mio Signore. 

Giorno 19

Fioretto
Voi appartenete alla Chiesa: ne siete figli dal giorno del battesimo. A capo di essa Gesù Cristo ha posto se stesso, e come suo vicario, il Papa. è doveroso rispettare e difendere la propria madre, la propria famiglia. Così è doveroso rispettare e difendere la Chiesa e il Papa. – Recitate il Rosario per le intenzioni del Papa. 

Giaculatoria
Gloriosa Vergine,
che tutto puoi,
ardenti suppliche
porgi per noi. 

Giorno 20

Fioretto
Dio ha dato all’uomo il lavoro e il riposo, giorni per lavorare e giorni per riposare, giorni da prendere per sé e giorni da dedicare a Lui. – Nei giorni di festa pensate di più al Signore, con preghiere, catechismo, e partecipazione ai sacramenti. Il Signore sarà così più presente nella vostra vita, poiché il giorno di festa è giorno del Signore. 

Giaculatoria
Fa’ che vediamo,
Madre, lassù
il volto amabile
del tuo Gesù. 

Giorno 21

Fioretto
Il Signore Gesù’ha istituito il sacramento della Penitenza per donare il perdono ai peccatori. Quanti peccati commettete pensando di non aver bisogno del perdono di Dio? – Esaminatevi sulle confessioni fatte troppo in fretta e senza alcuna preparazione; confessioni che non hanno portato alcun frutto di pentimento… – Decidete di confessarvi bene per sperimentare la gioia del perdono di Dio. 

Giaculatoria
Deh! per noi prega
o fonte immensa
di quelle grazie
che Dio dispensa. 

Giorno 22

Fioretto
La devozione alla Madonna ci deve portare ad amare Gesù Cristo. La Madonna invita tutti ad ascoltare il suo Figlio, partecipando attivamente alla Messa festiva. Il cristiano a Messa attinge dalla parola di Dio e dal Corpo di Cristo, l’orientamento della sua vita di fede. – Proponete di non mancare mai alla celebrazione festiva dell’Eucaristia, e di fare sempre la Comunione durante la Messa. 

Giaculatoria
Salve, santissimo
Corpo divino,
da pura Vergine
nato Bambino. 

Giorno 23

Fioretto
Ricordando la massima di sant’Alfonso: “Chi prega certamente si salva, chi non prega certamente si danna”, fate della vostra vita una vita di preghiera, vivendo sempre alla presenza di Dio in ogni momento. – In particolare pregate mattina e sera, prima dei pasti e prima del lavoro, e specialmente quando in chiesa si raduna la famiglia di Dio. Gesù ha detto: “Dove due o tre sono riuniti nel mio nome, io sono in mezzo a loro”. 

Giaculatoria
A noi rivolgi,
o Madre, quelle
tue pietosissime
tenere stelle. 

Giorno 24

Fioretto
Ogni uomo sfugge al dolore. Ma questo è condizione indivisibile dalla vita. Gesù Cristo ha sofferto per offrirci l’esempio, affinché seguissimo le sue orme. Anche la Madonna ha sofferto, e nella sofferenza ha cooperato con gesù per la salvezza degli uomini. – Sappiate accettare ogni dolore che la vita vi offre senza lamentarvi, anzi unendolo al sacrificio di cristo per collaborare anche voi, come la Madonna, alla salvezza del mondo. 

Giaculatoria
Con Te sul Golgota
del Figlio accanto,
deh! fa’ che struggansi
quest’ occhi in pianto. 

Giorno 25

Fioretto
Trovate difficoltà ad accettare il modo di pensare e di agire degli altri? Pensate che anche gli altri trovano la stessa difficoltà nei vostri riguardi. – Allora cercate di trattare tutti con gentilezza, senza rivolgervi sgarbatamente, pensando che in ognuno vive e opera lo Spirito Santo. 

Giaculatoria
Questa mia carne,
questo mio cuore
Madre, purifica
nel santo amore. 

Giorno 26

Fioretto
Considerate che anche il peccato veniale è disobbedienza a Dio. Quante volte confessate sempre le stesse colpe senza mai porre l’attenzione a correggervi? – Se volete piacere a Maria e vivere degnamente la vocazione cristiana, proponete di essere pronti, come lei, ad ogni ispirazione divina, evitando così ogni peccato volontario, anche se veniale.

Giaculatoria
D’ogni, tu, mondami
macchia più lieve
e fammi candido
come la neve. 

Giorno 27

Fioretto
Gesù è venuto nel mondo per servire. E la Madonna sentendosi esaltata Madre di Dio, disse: “Eccomi, sono la serva del Signore”. Invece l’uomo peccatore è tanto superbo da non sottomettersi a nessuno. – Sull’esempio di Gesù e di Maria cercate di fare qualche servizio in aiuto del prossimo, e di essere sempre disponibile alle sue necessità, ricordando quello che Gesù ha detto: “Ogni cosa che farete a uno dei miei fratelli più piccoli, lo fate a me”. 

Giaculatoria
So che tu sei
Madre di Dio,
ma per mia Madre
ti voglio anch’io 

Giorno 28

Fioretto
Dice san Paolo: “Non sapete che il vostro corpo è tempio dello Spirito Santo?”. La mentalità diffusa che i peccati della carne sono leggeri perché dettati dall’amore, è sbagliata. Gesù ha proclamato “Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio”. E la Madonna, quale Vergine purissima, ebbe il dono di portare in grembo il Figlio di Dio. – Impegnatevi con coraggio ad essere tra i vostri amici esempio di purezza, fuggendo ogni discorso e atteggiamento che distrugge la dignità dell’uomo e la santità del cristiano. 

Giaculatoria
Vita dolcissima,
speranza mia,
Salve, purissima
Vergin Maria! 

Giorno 29

Fioretto
Ricordate i due precetti della carità: * amare Dio sopra ogni cosa; * amare il prossimo come se stesso. – San Giovanni dice: “Come si può amare Dio che non si vede, se non si ama il prossimo che si vede?”. E Gesù dice ancora: “Da questo vi riconosceranno che siete miei discepoli, se avrete amore gli uni per gli altri” –  Se dunque avvertite qualche divisione tra voi e un vostro fratello, adoperate ogni mezzo e ponete ogni sforzo per fare la pace, altrimenti non potete dirvi seguaci di Gesù Cristo. 

Giaculatoria
Inestinguibile
fiamma nel core,
o Madre, accendimi
pel mio Signore. 

Giorno 30

Fioretto
Il mese di maggio volge al termine. La Madonna vi ha accompagnati per trenta giorni per farvi comprendere che lei, quale mamma, vi accompagna sempre. Conservate per sempre una grande devozione alla Madonna, impegnandovi a non mancare mai alle celebrazioni in suo onore, e di pregarla anche da solo in casa o in chiesa. 

Giaculatoria
O luce amabile,
Madre d’amore,
per noi, tuoi figli,
prega il Signore 

Giorno 31

Fioretto
Chiudendo il mese dedicato a Maria, decidete di portare il suo ricordo, anzi la sua presenza nella vostra vita, recitando il santo Rosario ogni giorno, oppure, quando non vi riesce, di recitare almeno 10 Ave Maria in onore della Madonna. È quanto prometteste di fare all’inizio del mese di maggio. 

Giaculatoria
Per me sii fulgida,
propizia stella,
con te rapiscimi,
Vergine bella.

 

Madre mia, per il tuo amore verso Dio, ti prego di aiutarmi sempre, ma specialmente al termine della mia vita. Non lasciarmi mai, finché non mi vedrai salvo in cielo, a benedire e a cantare le tue misericordie per tutta l’eternità. Amen (S.Alfonso).

 

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Maggio 31, 2013 at 12:00 am da Salvatore
Categoria: Devozioni varie, Liturgia e devozioni
Tags: