Leggi Offline:

27. LA CARITA’ DI MARIA VERSO IL PROSSIMO

L’amore verso Dio e verso il prossimo ci è imposto nello stesso precetto: Noi abbiamo da Dio questo comandamento: chi ama Dio, ami anche il proprio fratello (1Gv 4,21). La ragione, scrive san Tommaso, è che chi ama Dio ama tutte le cose amate da Dio. Santa Caterina da Genova diceva un giorno a Dio: “Signore, tu vuoi che io ami il prossimo, ma io non posso amare che te”. Dio le rispose: “Chi ama me, ama tutte le cose amate da me”. E poiché non vi è stato né vi sarà mai nessuno che abbia amato Dio più di Maria, così non vi è stato né vi sarà chi più di Maria abbia amato il prossimo. […]

Nella sua vita terrena Maria fu così piena di carità, che soccorreva i bisognosi senza esserne affatto richiesta. Così fece alle nozze di Cana, durante le quali domandò al Figlio il miracolo del vino, esponendo l’afflizione di quella famiglia: Non hanno più vino (Gv 2,3). Come era sollecita Maria quando si trattava di aiutare il prossimo! Quando si recò ad aiutare Elisabetta, andò in fretta verso una regione montuosa (Lc 1,39 Vg). Ma la prova più grande di carità la diede offrendo alla morte il Figlio suo per la nostra salvezza. San Bonaventura dice: “Maria ha tanto amato il mondo, da dare il suo Figlio unigenito”. […]

Beato l’uomo che mi ascolta, dice la divina Madre, vegliando alle mie porte ogni giorno, custodendone la soglia (Pr 8,34 Vg). Beato chi ascolta i miei insegnamenti e osserva la mia carità per esercitarla verso gli altri a mia imitazione. San Gregorio Nazianzeno  afferma che l’amore per il prossimo ci fa guadagnare la benevolenza della Vergine meglio di ogni altra cosa. Dio ci esorta: Siate misericordiosi come il Padre vostro è misericordioso (Lc 6,36). Così anche Maria sembra dire a tutti i suoi figli: “Siate misericordiosi come la Madre vostra è misericordiosa”.

Dio e Maria useranno misericordia con noi se noi avremo carità verso il prossimo: Date e vi sarà dato… Con la stessa misura con cui misurate, sarà misurato anche a voi (Lc 6,38). San Giovanni Crisostomo diceva: “Dona al povero e riceverai il paradiso”. Infatti la carità verso il prossimo ci rende felici in questa vita e nell’altra, come scrive l’Apostolo: La pietà è utile a tutto, portando con sé la promessa della vita presente come di quella futura (1Tm 4,8).
Chi fa la carità al povero, fa un prestito al Signore (Pr 19,17). Perciò, dice san Giovanni Crisostomo, chi soccorre i bisognosi, fa sì che Dio gli diventi debitore.

Preghiera

Madre di misericordia, tu sei piena di carità verso tutti; non ti scordare delle mie miserie. Tu le vedi: raccomandami a Dio che non ti nega nulla. Ottienimi la grazia di poterti imitare nella santa carità, sia verso Dio che verso il prossimo. Amen.
(da Le Glorie di Maria, Parte II, 3)

Ogni giorno un’immagine di Maria

Madre di misericordia, tu sei piena di carità verso tutti; non ti scordare delle mie miserie.

 

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Maggio 27, 2011 at 12:05 am da Salvatore
Categoria: Le Opere, Preghiere di S. Alfonso
Tags: ,