Leggi Offline:

14 luglio
EFFEMERIDI C.Ss.R = 1817. Apertura del Capitolo Generale tenuto a Pagani sotto la presidenza del P. Mansione, Vicario generale.

1817. Apertura del Capitolo Generale tenuto a Pagani sotto la presidenza del P. Mansione, Vicario generale.

Il P. Nicola Mansione fu eletto Rettore Maggiore con venti voti su trentun votanti. Gli atti di questo Capitolo sono pubblicati negli “Acta integra.”

 

Il P. Nicola Mansione, nato a Polla (SA) nel 1741 e morto a Pagani nel 1823 da Rettore Maggiore: era stato eletto nel 1817 – Qnado S. Alfonso morì (1787) egli era Superiore della Comunità di Pagani. (Raccolta Marrazzo).

_________________ 

1908. Congregazione preparatoria per l’esame dei due miracoli proposti per la canonizzazione del Beato Clemente Maria Hofbauer. 

_________________ 

IN MEMORIAM 

P. Marius Royet. Uvrier, 1928.
Il P. Royet è nato il 13 luglio 1856, nella diocesi di Lione. Fece gli studi regolari nel seminario minore e maggiore, dove si distinse per la fede e la pietà.
Dopo aver svolto per parecchi anni la carica di vicario, il desiderio per una vita più perfetta e lo zelo per le anime di cui da sempre era animato, lo spinsero a chiedere l’ammissione nel nostro Istituto.
Aspirava a consacrarsi solo alle missioni, ritiri e simili attività per l’opera della redenzione, e ciò con una autenticità di intenzione alla quale è giusto rendere omaggio.
Purtroppo una mezza sordità di cui era afflitto da molto tempo e che si andava accentuando, l’effetto nervoso di cui risentiva il suo carattere ed i suoi atteggiamenti, vennero a ostacolare il suo zelo. Malgrado l’ardore dei suoi desideri, non poté prodigarsi tanto quanto avrebbe voluto. Fu una croce molto pesante che ebbe a portare fino all’ultimo sospiro.
Il temperamento malaticcio del Padre Royet esigeva lunghe e frequenti passeggiate all’aria aperta. Se ne fece una colpa soprattutto, ad Uvrier, dove trascorse gli ultimi anni.
Queste passeggiate furono causa occasionale della sua tragica fine. Dopo i Vespri di domenica 8 luglio, uscì da solo per una passeggiata. Costeggiava una strada dove la circolazione era intensa. Camion, automobili, motociclette si succedevano senza interruzione. Volendo prendere la destra, attraversò la via prima dell’arrivo di un camion. Ma una motocicletta che veniva a tutta velocità gli nascose il camion. Fu gettato violentemente al suolo sassoso e vi restò finché alcuni professori e aspiranti adulti di Uvrier non vennero ad assisterlo e condurlo all’ospedale di Sierre.
Otto giorni dopo, vigilia del Santissimo Redentore, di sabato, il Padre Royet rese l’anima a Dio dopo avere ricevuto i Sacramenti ed offerto generosamente al Signore il suo supremo sacrificio.  —«Beati mortui qui in Domino moriuntur». Ap. 14,13.
Professione: 9 novembre 1887.
Ordinazione sacerdotale: 22 maggio 1880.

La Casa di Uvrier nel 1907: la zona era ricercata come luogo di riposo e villeggiatura. (foto in AGHR).

_______________________________

Pensiero e testimonianza sulla virtù del mese nelle SPIGOLATURE
OBBEDIENZA = 14 luglio
APRI

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Luglio 14, 2019 at 12:03 am da Salvatore
Categoria: In memoriam, Memoriale calendario
Tags: