Leggi Offline:

16 luglio
EFFEMERIDI C.Ss.R = 1752. Professione religiosa di San Gerardo Maiella.

1752. Professione religiosa di San Gerardo Maiella.

Il 2 luglio 1752 Gerardo cominciò il ritiro di quindici giorni che ogni novizio deve fare prima dell’emissione dei voti. Si può immaginare con quale fervore trascorse questi giorni di grazia. Spuntò infine l’aurora del 16 luglio in cui, in quell’ anno, si celebrava, per una felice coincidenza, la festa del Santissimo Redentore. In quel giorno benedetto emise i voti semplici di povertà, castità, ubbidienza, col voto e giuramento di perseveranza.
È più facile immaginare che descrivere la gioia del suo cuore. Due mesi dopo la sua oblazione, Gerardo ricevette dallo Spirito-Santo una viva luce di cui volle custodire sempre il ricordo; la annotò in questi termini nel suo regolamento di vita: «Alli 21 di settembre 1752 mi feci più capace di questa massima, cioè: Se fossi morto dieci anni addietro, non cercherei, né pretenderei cosa veruna. Voglio operare in questo mondo come fossimo io e Dio».
Probabilmente fu in seguito ad una di queste sfolgoranti luci che san Gerardo, ad imitazione di santa Teresa, si impegnò per voto a compiere sempre ciò che avesse creduto più perfetto.
«Questo voto, disse il P. Alfano nel processo apostolico, lo portò ad un così alto grado di fervore che in lui non si riconosceva l’uomo plasmato di fango e polvere, ma l’angelo penetrato dallo spirito, puro ed immacolato, di Dio».
P. DUNOYER. Vita di San Gerardo, p. 163.

Nel giorno della sua professione religiosa Gerardo Maiella propose: “Voglio operare in questo mondo come fossimo io e Dio” (Raccolta Marrazzo).

_________________ 

1910. Fondazione della casa di Tupiza, (Bolivia). 

Questa fondazione era necessaria per la erezione della Provincia di Strasburgo. I Superiori maggiori desideravano che avesse missioni all’estero. Pensarono una fondazione nel Camerun, poi tra gli indios dell’immenso Brasile ed infine si fermarono alla Bolivia.
Il P. Humbrecht nel 1910 fondò la casa di Tupiza. I primi missionari furono i Padr Lorber, Loeb e suo fratello. La parrocchia comprende, oltre la città, una quindicina di sobborghi.

Tupiza, Potosí (Bolivia) – Chiesa redentorista dedicata alla Madonna del Monte Carmelo nel 1928 (foto in AGHR).

_________________ 

IN MEMORIAM 

Fr. Paul (Jean-Baptiste Fischer). Bischenberg, 1900.
Fratello Paul è nato il 1° ottobre 1831, a Fraulautern, diocesi di Trêves. Entrò nella Congregazione in seguito ad una missione predicata dal P. Zobel. Di salute cagionevole, poté tuttavia, il giorno della sua professione, assumere l’incarico di cuoco e di refettoriere.
La peculiarità della sua grande pietà fu una devozione caratteristica e tenera verso la Madonna di cui recitava il piccolo ufficio in latino tutti i giorni. In suo onore praticava mortificazioni speciali. Aveva un carattere molto allegro ed un talento particolare per allietare i confratelli.
Fu colpito da cecità durante gli ultimi anni di vita e la morte fu preceduta da grandi sofferenze fisiche e morali. La Madonna gli accordò la grazia di morire in un giorno a lei dedicato: il 16 luglio, festa della Madonna del Monte Carmelo. —«Requiescat in pace».
Professione: 8 settembre 1854.

L’antico refettorio di Bischenberg nel 2009 – Fratello Paul fu il refettoriere della Comunità.

_______________________________

Pensiero e testimonianza sulla virtù del mese nelle SPIGOLATURE
OBBEDIENZA = 16 luglio
APRI

 

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Luglio 16, 2019 at 12:03 am da Salvatore
Categoria: Congregati di santa memoria, In memoriam, Memoriale calendario
Tags: ,