Leggi Offline:

6 ottobre
EFFEMERIDI C.Ss.R = * 1785. S. Alfonso pubblica la nona edizione della Teologia morale.

* 1785. S. Alfonso pubblica la nona edizione della Teologia morale.

S. Alfonso, nel 1785 all’età di ottantanove anni, fece stampare la nona edizione della Teologia morale. È in tutto uguale all’ottava stampata il 21 ottobre 1779; e questa edizione fu approvata dalla Santa Chiesa nel 1831 per non contener nulla degno di censura.
Nel dedicarsi a questa opera di salvezza, S. Alfonso era stato dotato da Dio di tutti i doni necessari ad un moralista: mente lucida, memoria tenace, giudizio retto e senso pratico.
In più, il grande orrore del peccato gli aveva ottenuto un occhio puro per penetrare, attraverso una sorte di intuizione, gli arcani delle leggi e gli arcani più insondabili del cuore umano.
Uomo di preghiera, ottenne dal cielo questa prudenza soprannaturale che Dio rifiuta ai saggi di questo mondo, ma che accorda così volentieri agli umili.
Sul suo tavolo da lavoro aveva sempre l’immagine della Madonna del Buono Consiglio: le sue ispirazioni non saranno rimaste estranee al decreto “Nil censura dignum”.
P. BERTHE. Vita di S. Alfonso. I, p. 477.

S. Alfonso e la Nona edizione della Theologia Moralis stampata dal Remondini nel 1785.

 _________________ 

1898. Fondazione del Postulantato della Provincia di Parigi a Saint-Maurice des Champs

Il P. Alfonso Godard, successore del P. Desurmont deceduto il 23 luglio 1898, fu incaricato dal Rev.mo Padre Generale di organizzare la Provincia francese in due Province: Lione e Parigi.
A questo scopo, stabilì a Saint-Maurice des Champs, diocesi di Lilla, il postulantato (Juvénat) della futura Provincia di Parigi.
Il 6 ottobre 1898, a nome del Padre Generale, notificava al P. Despret la sua nomina a superiore della Comunità; il P. Paul Dehaene diventava direttore degli aspiranti ed il P. Alfonso. Picavet, vicedirettore.
La presa di possesso ebbe luogo il lunedì 10 ottobre.

_________________ 

IN MEMORIAM 

P. Raymond Coornaert. Buga, 1917.
È una figura di apostolo dedito totalmente alla Congregazione ed alle anime. Raymond Coornaert nacque a Teteghem, (Nord), il 21 aprile 1867 in seno ad una famiglia dalle tradizioni patriarcali e profondamente cristiane.
Nel 1880 entrava nel postulantato di Uvrier. Meravigliosamente dotato di intelligenza, di giudizio e di memoria, era di carattere serio ed insieme allegro, di volontà ferma per il dovere, docile all’ubbidienza e di cuore innamorato per l’ideale religioso ed alfonsiano.
Nel giorno del sacerdozio, come confidò ad alcuni confratelli, in uno slancio di riconoscenza a Dio, gli chiese venticinque anni di salute per adoperarli al bene della Congregazione e delle anime. Fu esaudito, perché quattro giorni dopo il venticinquesimo anno di sacerdozio, Dio lo chiamava al cielo.
Il P. Coornaert fu destinato alla Vice provincia del Pacifico: appena arrivato a Cauquenes si diede completamente al duro ministero a favore di questo paese. Non calcolava i pericoli, li affrontava volentieri, per guadagnare anche una sola anima a Gesù Cristo.

Nominato Rettore della casa di Buga, a trentaquattro anni, il Padre Coornaert sapeva destreggiarsi fra le occupazioni più impegnative e varie
Grazie alla sua capacità creativa nell’accrescere le risorse, completò la costruzione della chiesa del Cristo miracoloso di Buga, una di più belle della Colombia.
Si prodigò anche con tutti i mezzi possibili a promuovere la pietà dei fedeli, attraverso associazioni di uomini e donne. Il tema ordinario delle conferenze alla Comunità erano le parole delle nostre Costituzioni: «I membri della Congregazione avranno fortemente a cuore l’osservanza regolare e si faranno un dovere sacro di non trasgredire mai anche un minimo punto delle Regole e Costituzioni».
Ritornava incessantemente sulla grande regola del Redentorista: la pratica dell’imitazione delle virtù e degli esempi di Gesù Cristo, l’unione spirituale tra superiori e congregati, unione fatta di sottomissione e di fiducia. “La Regola e niente di più –diceva – ma mai la Regola senza i superiori”.

Nel 1904, il Padre Generale nominava il P. Coornaert Vice-Provinciale della Vice provincia di Parigi. Si aprirono allora due nuove fondazioni: Popayan in Colombia e Piura in Perù.
Nel febbraio 1909, il P. Coornaert prese parte al Capitolo generale tenuto a Roma. Chiese ai Capitolari di introdurre nelle Costituzioni la novena che precede la festa della Madonna del Perpetuo Soccorso.

La morte venne a sorprenderlo a Buga, dove era stato appena nominato Rettore per la seconda volta. Un raffreddore passeggero prese tali proporzioni che causò un vomito di sangue che non si poté arrestare. Rese la sua bella anima a Dio e la memoria resterà tra noi in grande venerazione.  – «Dilectus Deo e hominibus, cujus memoria in benedictione est». Eccli. 45-1.
Professione: 8 settembre 1887.
Ordinazione sacerdotale 4 ottobre 1892.

Buga (Colombia): il santuario del Cristo dei miracoli ieri e oggi. Il P. Raymond Coornaert lo abbellì molto e curò la pietà polare dei fedeli..

_______________________________

Pensiero e testimonianza sulla virtù del mese nelle SPIGOLATURE
RACCOGLIMENTO = 6 ottobre
APRI

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Ottobre 6, 2019 at 12:03 am da Salvatore
Categoria: In memoriam, Memoriale calendario, Theologia Moralis
Tags: ,