Leggi Offline:

Ciorani  (SA) – La prima Messa in onore del Beato Gennaro Maria Sarnelli.

 

30 giugno

BEATO
GENNARO MARIA SARNELLI

Testi della
Messa

(dal Messale Proprio Redentorista)

*

*

*

ANTIFONA D’INGRESSO
Come sono belli sui monti
i piedi del messaggero
che annunzia la pace,
che reca la buona novella,
che proclama la salvezza. (Is 52,7)

COLLETTA
O Dio, che hai scelto il beato Gennaro Maria, sacerdote,
per manifestare con la predicazione e le opere
il tuo amore verso i sofferenti,
concedi a noi, animati dalla tua carità,
di seguire il suo esempio nell’impegnarci generosamente
a prendere a cuore le necessità dei fratelli.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

PRIMA LETTURA
Tutti i confini della terra vedranno la salvezza del nostro Dio.

Dal libro del profeta Isaìa (52,7-10)
Come sono belli sui monti i piedi del messaggero di lieti annunzi che annunzia la pace, messaggero di bene che annunzia la salvezza, che dice a Sion: «Regna il tuo Dio».
Senti? Le tue sentinelle alzano la voce, insieme gridano di gioia, poiché vedono con i loro occhi il ritorno del Signore in Sion.
Prorompete insieme in canti di gioia, rovine di Gerusalemme, perché il Signore ha consolato il suo popolo, ha riscattato Gerusalemme.
Il Signore ha snudato il suo santo braccio davanti a tutti i popoli; tutti i confini della terra vedranno la salvezza del nostro Dio.
Parola di Dio.

SALMO RESPONSORIALE  (dal Salmo 95)

R. Cantiamo al Signore: è lui che ci salva.

Cantate al Signore un canto nuovo,
cantate al Signore da tutta la terra.
Cantate al Signore, benedite il suo nome. R.

Annunziate di giorno in giorno la sua salvezza;
in mezzo ai popoli narrate la sua gloria,
a tutte le nazioni dite i suoi prodigi. R.

Date al Signore, o famiglie dei popoli,
date al Signore gloria e potenza,
date al Signore la gloria del suo nome. R.

Dite tra i popoli: «Il Signore regna!».
Sorregge il mondo, perché non vacilli;
giudica le nazioni con rettitudine. R.

CANTO AL VANGELO (Gv 15, 4.5)
R. Alleluia, alleluia.
Rimanete in me e io in voi, dice il Signore;
chi rimane in me porta molto frutto.
R. Alleluia.

VANGELO
Rimanete in me come io in voi.

Dal vangelo secondo Giovanni (15, 1-8)
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: “Io sono la vera vite e il Padre mio è il vignaiolo. Ogni tralcio che in me non porta frutto, lo toglie e ogni tralcio che porta frutto, lo pota perché porti più frutto.
Voi siete già mondi, per la parola che vi ho annunziato. Rimanete in me e io in voi. Come il tralcio non può far frutto da se stesso se non rimane nella vite, così anche voi se non rimanete in me.
Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e si secca, e poi lo raccolgono e lo gettano nel fuoco e lo bruciano. Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quel che volete e vi sarà dato.
In questo è glorificato il Padre mio: che portiate molto frutto e diventiate miei discepoli”.
Parola del Signore.

PREGHIERA DEI FEDELI

Fratelli, lodiamo Dio, nostro Padre, per il dono del beato Gennaro Maria Sarnelli, che fu apostolo di rinnovamento sociale e religioso nella Chiesa e nel mondo del suo tempo.

R. Donaci, Padre, di servirti con amore.

Perché nella Chiesa si riscopra il profondo valore della confessione e della direzione spirituale, per un graduale progresso nella vita cristiana, preghiamo. R.
Perché i responsabili della società civile sappiano promuovere la dignità della persona umana, emanando leggi che riflettono la verità del vangelo, preghiamo. R.
Perché gli ammalati, nella certezza che il Signore renderà il nostro corpo simile al suo corpo glorioso, vivano in santità anche la loro sofferenza, preghiamo. R.
Perché i Redentoristi si sentano chiamati a impegnare a servizio dei poveri tutte le loro energie e i mezzi di comunicazione sociale per annunziare Cristo, l’unico salvatore, preghiamo. R.
Perché la gioiosa partecipazione all’Eucarestia, la disponibilità al servizio, la condivisione dei beni, l’amore  fraterno  siano  la  migliore professione di fede della nostra comunità, preghiamo. R.

O Padre, che ci hai benedetti in Cristo e in lui ci hai scelti per essere santi nella carità, aiutaci a riconoscere questa elezione per essere coerenti con la nostra vita. Per Cristo nostro Signore. Amen

SULLE OFFERTE
Santifica, Signore, con la tua benedizione
i doni che ti offriamo nel ricordo del beato Gennaro Maria Sarnelli,
e trasformali per noi in sacramento di salvezza,
perché accostandoci al tuo altare siamo liberati da ogni colpa,
e possiamo partecipare al banchetto della vita eterna.
Per Cristo nostro Signore.

PREFAZIO
L’esempio e l’intercessione dei santi.

V. Il Signore sia con voi.
R. E con il tuo spirito.
V. In alto i nostri cuori.
R. Sono rivolti al Signore.
V. Rendiamo grazie al Signore, nostro Dio.
R. È cosa buona e giusta.

È veramente cosa buona e giusta,
nostro dovere e fonte di salvezza, *
rendere grazie sempre e in ogni luogo *
a te, Signore, Padre santo,
Dio onnipotente ed eterno, *
per Cristo nostro Signore. **
Nella testimonianza di fede del beato Gennaro Maria Sarnelli *
tu rendi sempre feconda la tua Chiesa
con la forza creatrice dei tuo Spirito, *
e doni a noi, tuoi figli,
un segno sicuro del tuo amore. **
Il suo grande esempio
e la sua fraterna intercessione *
ci sostiene nel cammino della vita *
perché si compia in noi il tuo mistero di salvezza. **
E noi, *
uniti agli angeli e ai santi, *
cantiamo con gioia *
l’inno della tua lode: **

Santo, Santo, Santo il Signore Dio dell’universo.
I cieli e la terra sono pieni della tua gloria.
Osanna nell’alto dei cieli.
Benedetto colui che viene nel nome del Signore.
Osanna nell’alto dei cieli.

ANTIFONA ALLA COMUNIONE
“Chi rimane in me e io in Lui, fa molto frutto,
perché senza di me non potete far nulla”,
dice il Signore. (Gv 15,5)

DOPO LA COMUNIONE
La partecipazione ai tuoi sacramenti, Signore Dio nostro,
alimenti in noi la fede che gli Apostoli ci hanno trasmesso
e che il beato Gennaro Maria Sarnelli
ha servito con amorosa dedizione.
Per Cristo nostro Signore.

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Giugno 30, 2011 at 12:10 am da Salvatore
Categoria: Istituto redentorista, Liturgia e devozioni, Proprium liturgico
Tags: