Leggi Offline:

PreghieraContinua01

7 gennaio, lunedì – Il Messia Salvatore
“Rendo grazie a te, Gesù Cristo nostro Signore, venuto nel mondo per salvare i peccatori ” (1 Tm 1, 12.15).”

* O Dio, cercavo la via per procurarmi forza sufficiente a goderti, ma non l’avrei trovata, finché non mi fossi aggrappato al Mediatore fra Dio e gli uomini, l’Uomo Cristo Gesù, che è sopra tutto Dio benedetto nei secoli.

Egli ci chiama e ci dice: « Io sono la via, la verità e la vita » … Non avevo ancora tanta umiltà da possedere il mio Dio, l’umile Gesù, né conoscevo ancora gli ammaestramenti della sua debolezza. Il tuo Verbo, eterna verità, eleva fino in sé coloro che piegano il capo… guarendo l’orgoglio e nutrendo l’amore.
S. Agostino, Confessioni VII, 18,24

 _______________

*  O Cristo Gesù, io credo che tu sei vero Dio e vero uomo, che tu sei una via divina di efficacia infinita, per farmi oltrepassare l’abisso che mi separa da Dio. Credo che la tua santa umanità è così perfetta e potente che, malgrado le mie miserie, lacune e debolezze, essa può attirarmi là dove tu sei, nel seno del Padre. Fa’ che io ascolti le tue parole, che segua i tuoi esempi, che non mi separi mai da te!
C. Marmion, Cristo nei suoi misteri 20, p 342

_______________
da “Intimità divina”
Roma 1992

  _______________

* Amato Bambino, quale timore posso più avere dei tuoi castighi nel vederti stretto tra le fasce, nell’impossibilità di poter alzare la mano per punirmi?
Queste tue fasce mi fanno capire che tu non vuoi castigarmi, se io ho la volontà di sciogliermi dalle catene dei miei vizi e di legarmi a te.
Gesù mio, mi pento con tutta l’anima di essermi separato da te, usando male la libertà che mi hai donata. Tu mi offri una libertà più bella: una libertà che mi scioglie dalle catene del demonio e mi mette tra i figli di Dio. Tu ti sei fatto imprigionare dalle fasce per amor mio: io voglio esser prigioniero del tuo grande amore.
O Maria, che un giorno hai avvolto in fasce il tuo Figlio innocente, lega ora me peccatore: legami a Gesù, affinché non mi allontani più dai suoi piedi. Aiutami a vivere e a morire sempre legato a lui, così un giorno avrò la gioia di entrare nella patria felice, dove non potrò e non avrò più il timore di sciogliermi dal tuo santo amore.
S. Alfonso, Novena del Santo Natale, Da Natale all’Epifania, 3.

Amato Bambino, tu mi offri una libertà più bella: una libertà che mi scioglie dalle catene del demonio e mi mette tra i figli di Dio. Tu ti sei fatto imprigionare dalle fasce per amor mio: io voglio esser prigioniero del tuo grande amore.

Amato Bambino, tu mi offri una libertà più bella: una libertà che mi scioglie dalle catene del demonio e mi mette tra i figli di Dio. Tu ti sei fatto imprigionare dalle fasce per amor mio: io voglio esser prigioniero del tuo grande amore.

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Gennaio 6, 2014 at 12:02 am da Salvatore
Categoria: Senza categoria