Leggi Offline:

L’annuncio della Parola oggi

    • 1. Vangelo e riflessione della Vangelo e riflessione della 3a domenica Avvento_A: “Sei tu colui che deve venire o dobbiamo aspettare un altro?”.
    • 2. Video-riflessione di G. De Nardi su Mt 11,2-11 – da YouTube.
      3. Video -The King’s Singers – Gaudete
      – da YouTube.
    • 4a. Video – 3a domenica di Avvento_A: Meditazione con “Tu scendi dalle stelle” – da YouTube.
    • 4b. Video – 50.mo di sacerdozio, gli auguri al Papa degli ultimi  – da YouTube.
    • 5. Video -Quanno nascette Ninno” . – da YouTube.
    • 6. Video C.Ss.R. – Pagani (SA): apre il Chiostro incantato di Sant’Alfonso – da YouTube.
    • 7. Dalle opere di S. Alfonso – Gesù, dono del Padre.

_________

“La parola di Dio dimora in voi che avete vinto il maligno” (1Gv, 2,14).

1. Vangelo e riflessione della 3a domenica Avvento_A. (Mt 11,2-11).
“Sei tu colui che deve venire o dobbiamo aspettare un altro?”.
In quel tempo, Giovanni, che era in carcere, avendo sentito parlare delle opere del Cristo, per mezzo dei suoi discepoli mandò a dirgli: «Sei tu colui che deve venire o dobbiamo aspettare un altro?». Gesù rispose loro: «Andate e riferite a Giovanni ciò che udite e vedete: I ciechi riacquistano la vista, gli zoppi camminano, i lebbrosi sono purificati, i sordi odono, i morti risuscitano, ai poveri è annunciato il Vangelo. E beato è colui che non trova in me motivo di scandalo!».
Mentre quelli se ne andavano, Gesù si mise a parlare di Giovanni alle folle: «Che cosa siete andati a vedere nel deserto? Una canna sbattuta dal vento? Allora, che cosa siete andati a vedere? Un uomo vestito con abiti di lusso? Ecco, quelli che vestono abiti di lusso stanno nei palazzi dei re! Ebbene, che cosa siete andati a vedere? Un profeta? Sì, io vi dico, anzi, più che un profeta. Egli è colui del quale sta scritto: “Ecco, dinanzi a te io mando il mio messaggero, davanti a te egli preparerà la tua via”.
In verità io vi dico: fra i nati da donna non è sorto alcuno più grande di Giovanni il Battista; ma il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui».

_________________

2. Video-riflessione di Giuseppe De Nardi suMt 11,2-11 di Telepace Holy Land TV (dur. 6,42) – da YouTube.

_________________

3. Video-Canto – The King’s Singers – Gaudete di Radial by The Orchard (dur. 1,34) – da YouTube.

_________________

4a. Video – 3a domenica di Avvento_A: Meditazione con “Tu scendi dalle stelle” di Amici di Santina Zucchinelli (dur. 6,49) – da YouTube.

_________________

4b. Video – 50.mo di sacerdozio, gli auguri al Papa degli ultimi di Vatican news (dur. 1,20) – da YouTube.

_________________

5. Video – “Quanno nascette Ninno” cantano Giulia e Martina di Davide Di Napoli. (dur. 3,10) – da YouTube.

_________________

6. Video C.Ss.R.- Pagani (SA): apre il Chiostro incantato di Sant’Alfonso – di Telenuova Plus (dur. 2,51) – da YouTube.

_________________

7. Dalle opere di S. Alfonso – Gesù, dono del Padre.
♦ Dio ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito (Gv 3,16). L’eterno Padre, donandoci il Figlio come Redentore, come vittima e prezzo del nostro riscatto, ci ha dato motivi di speranza e di amore, i più forti che poteva darci per indurci alla fiducia e per obbligarci ad amarlo. Donandoci il Figlio, egli non sa e non ha più nulla da donarci.
Egli vuole che noi ci avvaliamo di questo immenso dono per guadagnarci la salvezza eterna e ogni grazia di cui abbiamo bisogno. Infatti in Gesù troviamo quanto possiamo desiderare: troviamo luce, forza, pace, fiducia, amore e gloria eterna; poiché Gesù Cristo è un dono che contiene tutti i doni che noi possiamo cercare e desiderare. Egli non ci donerà forse ogni cosa insieme con lui? (Rm 8,32).
Dal momento che Dio ci ha donato il suo diletto Unigenito, che è la fonte e il tesoro di tutti i beni, perché temere che voglia negarci qualunque grazia noi gli chiediamo?

♦ Cristo Gesù per opera di Dio è diventato per noi sapienza, giustizia, santificazione e redenzione (1Cor 1,30). Dio ci ha donato il Figlio suo affinché per noi ignoranti e ciechi fosse luce e sapienza, per camminare nella via della salvezza; per noi colpevoli fosse giustizia, per aspirare al paradiso; per noi peccatori santificazione, per ottenere la santità; per noi schiavi del demonio, riscatto, per acquistare la liber­tà dei figli di Dio.
♦ Insomma, dice l’Apostolo, con Gesù Cristo noi siamo stati fatti ricchi di ogni bene e di ogni grazia, se la domandiamo per i meriti suoi: In lui siete stati arricchiti di tutti i doni,… cosicché non vi manca più nessun dono di grazia (1Cor 1,5-7 Vg).
E il dono che Dio ci ha fatto del suo Figlio, è un dono fatto a ciascuno di noi. Egli lo ha donato tutto ad ognu­no come se l’avesse donato soltanto a lui, sicché ognuno di noi può dire: Gesù è tutto mio: mio è il suo corpo e il suo sangue; mia è la sua vita, i suoi dolori, la sua morte; miei sono i suoi meriti. Perciò con san Paolo ciascuno di noi può dire: Mi ha amato e ha dato se stesso per me (Gal 2,20): il mio Redentore mi ha ama­to e, per l’amore che mi ha portato, si è dato tutto a me!

(S. Alfonso, Novena del Santo Natale Avvento, 3).
Un link all’originale

_________________

“Rallegratevi sempre nel Signore: ve lo ripeto, rallegratevi, il Signore è vicino”. – Oggi, terza domenica di avvento, celebriamo la domenica della gioia, dell’essere felici. E non una gioia a buon mercato come potemmo intenderla noi, ma una gioia che viene dal di dentro, in modo inaspettato. Basta stare attenti a quello che fa Dio in noi e attorno a noi. – Un motivo di gioia per la Chiesa e per il mondo in questi giorni è stato il 50° anniversario di sacerdozio di Papa Francesco. Una vera gioia interiore stargli vicino con la preghiera e sentire la sua affettuosa presenza di buon Pastore vicina a noi e in modo particolare vicina agli ultimi della terra.

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Dicembre 15, 2019 at 12:06 am da Salvatore
Categoria: Liturgia e devozioni, Proprium liturgico
Tags: ,