Leggi Offline:

19 giugno
EFFEMERIDI C.Ss.R = 1746. S. Alfonso raccoglie il materiale delle sue opere ascetiche e teologiche.

1746. S. Alfonso raccoglie il materiale delle sue opere ascetiche e teologiche.

La Congregazioneera stata fondata appena da quattordici anni, e sant’Alfonso nel 1746, risiedeva tra i suoi cari novizi a Deliceto.
Per loro egli aveva composto già il libro delle “Visite”; e per loro aggiunse la meditazione della sera: “Riflessioni ed affetti sulla Passione “, pubblicate alcuni anni più tardi.
Preoccupato per gli studi ai quali i giovani professi dovevano dedicarsi dopo l’anno del noviziato, S. Alfonso intraprese allora un lavoro importante su argomenti della teologia morale.
Di questo primo testo, che più tardi pubblicherà sotto il titolo di “Adnotationes a Busembaum” il Santo  disse: «Aveva lo scopo di fornire un libro ai suoi studenti dove la scienza tanto difficile della morale sarebbe stata esposta brevemente e metodicamente».
Nella solitudine di Deliceto dunque e per l’utilità dei suoi giovani, si mise a raccogliere gli argomenti delle grandi opere ascetiche e teologiche la cui pubblicazione, in diverse epoche della sua vita, produsse una salutare rivoluzione nel mondo cristiano.
P. BERTHE. Vita di Sant’Alfonso, I, 319.

La grande e poderosa opera della Morale di S. Alfonso è iniziata con gli appunti dettati dal Santo ai Novizi e Studenti redentoristi a Deliceto.

 ________________________

Deliceto, Interno della chiesa della Consolazione, il poderoso complesso dove fu stabilito lo studentato redentoristi.

_______________________________

Pensiero e testimonianza sulla virtù del mese nelle SPIGOLATURE
PURITA’ = 19 giugno
APRI

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

giugno 19, 2017 at 12:03 am da Salvatore
Categoria: Memoriale calendario, Theologia Moralis
Tags: