Leggi Offline:

Redentoristi di Brasile
2013 – Il Superiore Generale ai Giovani della Giornata Alfonsiana.

______________


Redentoristi e Giovani del mondo
Il Superiore Generale ai Giovani della Giornata Alfonsiana

In occasione della Giornata Alfonsiana (22/07), il Superiore Generale della Congregazione dei Redentoristi, P. Michael Brehl, ha lasciato questo messaggio ai giovani.

Cari giovani,
a nome del Governo Generale della Congregazione dei Redentoristi, porgo un caloroso abbraccio ad ognuno di voi che è qui in Aparecida in questa Giornata Alfonsiana. Siamo onorati di accogliere giovani Redentoristi provenienti da altri paesi che sono qui in Brasile per partecipare alla Giornata Mondiale della Gioventù.

S. Alfonso de ‘Liguori era un giovane inquieto come voi, interessato a vivere pienamente come voi! Un giovane che ha vissuto la fede e si è lasciato toccare dall’incontro profondo con Cristo Redentore nello stesso modo in cui anche voi ora vivete la vostra vita con Cristo! Pertanto S. Alfonso, il fondatore della nostra Congregazione, col suo esempio di vita, è il nostro più bello e potente messaggio in questo incontro di oggi!

La sua storia personale già la conosciamo, la storia della nostra Congregazione è anche ben nota a noi, ma oggi vogliamo fare un breve cammino per re-incontrare S. Alfonso e unirci ai Redentoristi che lavorano in 78 unità presenti nei 5 continenti della Terra. Questo cammino ci porta ai valori del giovane Alfonso offerti a noi da questa giornata. I valori del giovane Alfonso sono i valori che nascono dall’esperienza quotidiana con Gesù, nostro Redentore.

Io so che la Chiesa in Brasile, nei suoi costanti messaggi ai giovani, ha insistito su quegli stessi valori della vita con il Redentore che S. Alfonso ha cercato di vivere e di annunziare. Ed è dall’orientamento della Chiesa in Brasile che prendo l’ispirazione per il primo passo del nostro cammino: siate missionari del Redentore! Non conformatevi ad esperienze intimiste della fede che anima la nostra speranza. Uscite da voi stessi e cercate il fratello abbandonato. Non limitatevi a nutrire voi stessi o i vostri amici più vicini, rischiate di andare incontro ai poveri e alle persone abbandonate, agli ammalati e agli sfortunati. Siate missionari del Redentore! Non adagiatevi mai nella comoda sistemazione, ma cercate di testimoniare la fede nelle scuole dove studiate, nella cerchia di amici che frequentate, nelle feste e in tutti i luoghi dove vi piace essere e vivere la vita.

Nella Chiesa, la comunità dei figli di S. Alfonso riceve dal Vangelo l’orientamento di frequentare la scuola di Maria per imparare ad essere umili. L’umiltà ci mette al posto giusto nella vita: né più grandi né più piccoli di quello che siamo. Se osserviamo bene quello che ci insegna, ci rendiamo conto che per essere grandi, vincitori e brillare in questa vita c’è un solo percorso valido: la via dell’umiltà: “Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente e Santo è il suo nome” (Lc 1, , 49).

Giovani: intraprendete questa missione con entusiasmo, con la gioia sul volto e con la forza della fede. Mantenete viva la fiamma accesa dal nostro Fondatore. Onorate quanto i nostri missionari hanno fatto in quasi 300 anni di storia della nostra Congregazione.
Voi siete la nostra forza e il nostro volto oggi: giovani seminaristi, giovani orientati alla vita religiosa e al sacerdozio, e, naturalmente, giovani chiamati ad altre vocazioni nella Chiesa che fanno parte delle nostre comunità parrocchiali.
Voi rappresentate la vitalità del nostro lavoro missionario. Non siete semplici apprendisti dai vecchi redentoristi, ma siete anche maestri e ci insegnate a non scoraggiarsi, a non far tacere la voce, a non avere paura di questo mondo così complesso per il progresso tecnologico e per la profusione di idee sociali ed economiche tante conseguenze provocano nelle nostre culture. Ripeto: voi giovani siete l’espressione della nostra vitalità!

La mia ultima parola è una richiesta: perseverate! Non lasciate che la gioia di questa Giornata si disperda nell’orizzonte! Ricordatevi di S. Alfonso. Ricordatevi degli amici che avete trovato qui in questa Giornata Alfonsiana. Ricordatevi dei Redentoristi che avete incontrato qui. E, naturalmente, ricordatevi di Nostra Signora Aparecida. Ella ai servi delle nozze a Cana di Galilea disse: “Fate quello che vi dirà” (Gv 2, 5).

Pregate per i Redentoristi di tutto il mondo. E quando ritornate alle vostre case, date un mio abbraccio ai genitori e fratelli, un abbraccio speciale. Dite loro in un orecchio: “Questo è l’abbraccio di Padre Michael, Superiore Generale dei Redentoristi che ho portato per voi!”

P. Michael Brehl
Superiore Generale della Congregazione Redentorista

(Traduzione dal portoghese: P. Salvatore Brugnano).
Leggi l’originale dal sito web

Aparecida, Brasil 22 luglio 2013 – Superiore Generale P. Michael Brehl ai giovani redentoristi: “Siamo onorati di accogliere giovani Redentoristi per partecipare alla Giornata Alfonsiana e alla Giornata Mondiale della Gioventù. S. Alfonso, il fondatore della nostra Congregazione, col suo esempio di vita, è il nostro più bello e potente messaggio in questo incontro di oggi!

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Novembre 17, 2013 at 12:00 am da Salvatore
Categoria: Istituto redentorista
Tags: , , ,