Leggi Offline:

 

?????????????????????????????????????????????????????????????L’annuncio della Parola oggi

            • 1. Vangelo e riflessione della 2a Domenica di Pasqua B: “Otto giorni dopo venne Gesù”.
            • 2. Videoriflessione di P. Giuseppe De Nardi – da Gloria.TV.
            • 3. Video Canto – Victimae pascali laudes. – da Gloria.TV.
            • 4. Video – Emmaus: lo hanno riconosciuto nello spezzare il pane – da Gloria.TV.
            • 5. Video: Inno alla Divina Misericordia  – YouTube.
      • 6. CSSR Video – San Gerardo Maiella. Religioso 
      • 7. Un insegnamento di S. Alfonso – O beata solitudine! O sola beatitudine!

_________

“La parola di Dio dimora in voi che avete vinto il maligno” (1Gv, 2,14).

1. Vangelo della domenica –  (Gv 20,19-31).
“Otto giorni dopo venne Gesù”.

La sera di quel giorno, il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, stette in mezzo e disse loro: «Pace a voi!». Detto questo, mostrò loro le mani e il fianco. E i discepoli gioirono al vedere il Signore.
Gesù disse loro di nuovo: «Pace a voi! Come il Padre ha mandato me, anche io mando voi». Detto questo, soffiò e disse loro: «Ricevete lo Spirito Santo. A coloro a cui perdonerete i peccati, saranno perdonati; a coloro a cui non perdonerete, non saranno perdonati».
Tommaso, uno dei Dodici, chiamato Dìdimo, non era con loro quando venne Gesù. Gli dicevano gli altri discepoli: «Abbiamo visto il Signore!». Ma egli disse loro: «Se non vedo nelle sue mani il segno dei chiodi e non metto il mio dito nel segno dei chiodi e non metto la mia mano nel suo fianco, io non credo».
Otto giorni dopo i discepoli erano di nuovo in casa e c’era con loro anche Tommaso. Venne Gesù, a porte chiuse, stette in mezzo e disse: «Pace a voi!». Poi disse a Tommaso: «Metti qui il tuo dito e guarda le mie mani; tendi la tua mano e mettila nel mio fianco; e non essere incredulo, ma credente!». Gli rispose Tommaso: «Mio Signore e mio Dio!». Gesù gli disse: «Perché mi hai veduto, tu hai creduto; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!».
Gesù, in presenza dei suoi discepoli, fece molti altri segni che non sono stati scritti in questo libro. Ma questi sono stati scritti perché crediate che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio, e perché, credendo, abbiate la vita nel suo nome.

________VIDEO_______
Un consiglio per non bloccarsi: aprirli uno per uno e lasciarli terminare.

2. Video-riflessione di P. Giuseppe De Nardi, Terra Santa – di  Koinonia (dur. 6,22) – da Gloria.Tv.

___________________

3. Video Canto – Victimae pascali laudes. (dur. 2,27) – da Gloria.TV.

_________________

4. Video: – Emmaus: lo hanno riconosciuto nello spezzare il pane – di Franciscan Multimedia Center  (dur. 2,48) – da Gloria.TV. 

_________________

5. Video Video: Inno alla Divina Misericordia  di SantafamigliaTV (dur.6,48) – YouTube.

_________________

6. CSsR – San Gerardo Maiella. Religioso redentorista di Amica9tv (dur.12,46). – da YouTube

_________________

7. Un insegnamento di S. Alfonso –  O beata solitudine! O sola beatitudine!

Chi è abituato alle conversazioni galanti, ai pranzi, al gioco, è convinto che nella solitudine c’è un tedio insopportabile. E, in qualche modo, è vero; perché chi ha la coscienza “disturbata” ed è impegnato negli affari mondani non pensa ai doveri dell’anima… E quindi appena resta “disoccupato”, nella solitudine, non cercando Dio, ecco che subito gli si affacciano i rimorsi della coscienza e, in tale situazione, non trova quiete, ma tedio e sofferenza. Una persona, invece, in cerca di Dio, proprio nella solitudine trova gioia e felicità.
Il cardinale s. Roberto Bellarmino (1542-1621), in tempo di vacanza, mentre gli altri cardinali andavano a “distendersi” nelle loro ville, lui raggiungeva una casa solitaria e vi si tratteneva per un mese in esercizi spirituali. E diceva che quella era la sua “villeggiatura”, dove il suo spirito si “deliziava”, più che gli altri in tutti i loro “spassi”.
Anche s. Carlo Borromeo (1538-1584) due volte l’anno faceva i suoi esercizi spirituali e qui trovava il suo “paradiso” in terra.
(P. Alfonso Amarante, in “Verità scomode”).

Domenica della Divina Misericordia  nel segno di Santa Faustina e San Giovanni Paolo II. -  Papa Francesco procla la Bolla di indizione del Giubileo straordinario della Misericordia

Domenica della Divina Misericordia nel segno di Santa Faustina e San Giovanni Paolo II. – Papa Francesco proclama la Bolla di indizione del Giubileo straordinario della Misericordia, già annunciato due mesi fa.

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Aprile 12, 2015 at 12:07 am da Salvatore
Categoria: Liturgia e devozioni, Proprium liturgico
Tags: , ,