Leggi Offline:

2. QUANNO NASCETTE NINNO

“Quanno nascette Ninno a Bettalemme”. La paternità di questo canto natalizio è ancorain discussione, poiché non vi sono documenti certi, ma solo analisi interne al testo e tradizioni orali. La tradizione napoletana che fa capo a Roberto De Simone (Napoli, 25 agosto 1933), regista teatrale, compositore ed esperto di tradizioni napoletane ne sostiene ancora la paternità anonima. La tradizione redentorista che fa capo allo storico  P. Oreste Gregorio e all’esperto  musicologo P. Paolo Saturno rivendica la paternita di questo bellissimo canto a S. Alfonso.

Chiara Botti Mauri, benemerita conoscitrice di S. Alfonso, nel 1989  riassume la tradizione redentorista:

“Il grande dottore della Chiesa scrisse una pastorale in vernacolo, ritenuta un capolavoro, nella sua prima giovinezza sacerdotale, prima che fondasse la Congregazione dei Redentoristi.
Il poeta Mattia del Piano la inserì tra i propri versi “Laudi spirituali nell’Idioma toscano napoletano e per il popolo”. “Quanno nascette Ninno”, erroneamente fu ritenuta la versione in dialetto di “Tu scendi dalle stelle”. Si tratta invece di due composizioni distinte e separate, anche se ispirate dallo stesso mistero, quello della natività. “
Bellissima composizione”, riflette Prota Giurleo, “che è pur la prima scritta in dialetto, a quel tempo, di tal genere, e che acquista una singolare importanza di documento letterario e mistico, per la purezza del linguaggio vernacolo e la spontaneità del sentimento”.
Il Liguori, diventato prete nel 1726, si dedicò alla evangelizzazione dei ragazzi di strada, gli scugnizzi o lazzaroncelli, riunendoli nelle famose cappelle serotine da lui istituite. I venditori ambulanti se ne impadroniscono e la ripetono nel dedalo dei vecchi vicoli di Montecalvario e Pignasecca; presto i Cappellisti più versatili vi aggiunsero l’accompagnamento di “trombette, scetavaiasse e putipù”, mettendo nelle case più tristi un’indescrivibile allegria.
Passò in dominio popolare senza che l’autore si levasse con sussiego a rivendicare i propri diritti. Ne rideva compiaciuto.  Era il tempo in cui, nella Napoli settecentesca l’arte del Presepe dava il meglio di sé in una ricchezza di toni e di vita che non conosce né prima né poi.

Per il testo e lo spartito > Apri il file pdf.

Avvertenza sui video: Aprire un video alla volta poi chiuderlo.
Maggiori dettagli si possono ottenere guardando la fonte originale Youtube (nell’angolo in basso a destra > Guarda su Youtube). – Si presume che i video siano di dominio pubblico, perciò Youtube offre anche il codice di collegamento. Se qualche autore dei video pensasse diversamente, contatti l’amministratore di questo sito.

_____________________________

 1. Tradizione redentorista – Rielaborazione di mons. Marco Frisina – Caricato da coroarmoniaceleste in data 07/mar/2010 – Concerto di Natale del Coro Armonia Celeste dretto dal M° Monica dell’Oglio 27 Dicembre 2009 – Chiesa Croce Santa San Severo (FG).

_____________________________

2. Tradizione redentorista – CORALE DELL’U.T.E. – Teatro Fenaroli – Lanciano – 12 gennaio 2011 –  Direttore M° Giuseppe Casciato – Musicisti: al mandolino Bruno Manzitti – al pianoforte Francesca Piccirilli – alla fisarmonica Cetteo Di Tommaso – Voce solista Lorella PaumbiCaricato da FlamminioLuciano in data 02/feb/2011.

_____________________________

3. Tradizione napoletana – Etnomusica NCCP – Mauriello. – Opera preziosa pubblicata da Argesarge e rieditatata da VignoniAlto – Caricato da argevigno in data 05/ott/2011.

_____________________________

4. Dal Concerto di Eugenio Bennato ed i Taranta Power a Maddaloni per “I Magnifici Sette”. Chiesa dell’Annunziata – Maddaloni – Caricato da giusminni in data 25/dic/2009.

_____________________________

5. Beasley & Accordone – Caricato da RachelPortman in data 19/nov/2009

_____________________________

6. Raimondo De Sandro – Chitarra – Antonio Parascandolo – Primo mandolino – Antonio Coletti – Secondo mandolino – Presepio in legno realizzato dal Gruppo Alpini di Maccagno e posizionato sul fiume Giona (Va) – Foto di Gianni Maccario

_____________________________

7. Consiglia Licciardi – Caricato su Youtube da jammbase – Il brano appartiene ad una compilation ” I canti di natale” della stessa cantante 2010.

_____________________________

8. Natalina – Música popular italiana, letra composta por Santo Afonso de Ligório, e executada pelo Coro e Orquestra Sinfônica dos Arautos do Evangelho no Mosteiro de São Bento, em São Paulo.

_____________________________

9. Piccolo Coro dell’ Antoniano – Caricato su Youtube da gatto1988

_____________________________

10. Tradizione redentorista – Karaoke –  Eseguito dai “Cantori di Assisi” diretti da Evangelista Nicolini – Caricato da GIOVANNI3591 in data 17/dic/2009.

_____________________________

11. Mina – Caricato su Youtube da francescofortunato

 

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Dicembre 25, 2011 at 12:54 pm da Salvatore
Categoria: Canzoncine, Musica alfonsiana
Tags: ,