Leggi Offline:

28 agosto
Si fa più di bene con la dolcezza, quando si vuole, che con l’asprezza. L’asprezza porta con sé sconturbi, tentazioni, oscurità e pigrizia. La dolcezza porta pace e tranquillità ed anima… ad amare Dio. (S. Gerardo in  Lettere e scritti di S. Gerardo Maiella, Materdomini 1949, lett. XLIII, pag. 77).

  • Il P. Achille Désurmont (1828-1898) faceva amare anche i suoi rimproveri. Il male, il disordine, la mancanza lo commovevano profondamente, ma mai si lasciò prendere dalla collera; faceva dei rimproveri con forza, ma con una forza piena di tristezza, restando nondimeno calmo, degno padrone della sua parola e non andava mai troppo lontano. In tal modo le sue correzioni producevano non solo effetto, ma, cosa rara, erano amate, anche se a volta dure ed umilianti.

Da “Spigolature“, a cura di P. Pompeo Franciosa, 1987.

Dal Calendario storico C.Ss.R.

  • 28 agosto 1723 = S. Alfonso depone la spada di cavaliere ai piedi della Madonna della Mercede: era il segno della sua rinuncia al fasto mondano e del suo impegno nelle cose di Dio. S. Alfonso chiamava questo giorno “il giorno della mia conversione“. 

S.Alfonso depone lo spadino ai piedi della Madonna (Particolare di un quadro del Santo nel Monastero OSSR di S. Agata dei Goti).

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Agosto 28, 2011 at 1:00 am da Salvatore
Categoria: Dizionario alfonsiano, Memoriale calendario, temi
Tags: , ,