Leggi Offline:

6 dicembre
Molte volte ci mancheranno i medici e le medicine; oppure il medico non giungerà a conoscere la nostra infermità, ed in ciò anche bisogna che ci uniformiamo alla Divina Vo-lontà, la quale ciò dispone per nostro bene. (S. Alfonso Uniformità alla volontà di Dio, pag. 32, C.E.S.A. 1940).

  • Tra le sofferenze acutissime S. Gerardo confidava al suo Superiore: «Io mi figuro che questo letto sia per me la volontà di Dio». Al medico Santorelli che l’interrogò se desiderasse vivere o morire rispose: «Nè vivere nè morire». Voglio solo quel che vuole Iddio. Vorrei morire per andarmi ad unire a lui e mi dispiace morire perché non ho patito niente per Gesù Cristo».

Da “Spigolature“, a cura di P. Pompeo Franciosa, 1987.

San Gerardo non solo accettava con gioia le sofferenze, ma sembrava cercarle con santa ostinazione, al fine di rassomigliare a Gesù. - Tela del pittore Sorrentino nel Museo Gerardino di Materdomini.

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Dicembre 6, 2011 at 1:00 am da Salvatore
Categoria: Memoriale calendario, Senza categoria, temi
Tags: , ,