Leggi Offline:

P. Armand Dorsaz, C.Ss.R. 1877-1948 – Svizzera.

P. Armand Dorsaz, C.Ss.R. 1877-1948.

Nessuna immagine del già redentorista P. Armand Dorsaz, 1877-1948, Svizzera; Provincia di Lione. Zelante professore allo studentato e attento gestore di situazioni non facili, in periodo di guerra. Fu in Irlanda e a Roma per insegnamento. Aveva un fratello, l’abate Henri Dorsaz, rettore di St-Pierre-de-Clages, al quale, col permesso dei superiori subentrò nel 1945. Per meglio amministrare questa antica abbazia, chiese l’esclaustrazione: l’ottenne nel 1948; ma dopo circa un mese morì inaspettatamente a poco più di 70 anni.

  • Cognome = Dorsaz
  • Nome = Armand
  • Nazionalità = Svizzera (Provincia di Lione).
  • Nato = 26-Nov-1877 (La bio segna 1878)
  • Morto = 05-Giu-1948
  • Professione =08-Set-1896
  • Sacerdote = 29-Giu-1901
    Uscito = 04-Mag-1948

Dorsaz Armand, nato a Conthey, diocesi di Sion, Vallese, Svizzera, il 26 novembre 1877, professò nel 1896, fu ordinato sacerdote nel 1901.
Fu professore di teologia dogmatica presso lo scolasticato di Attert e presso S. Alfonso a Roma. [P. Ludovico Colin studiò filosofia con il p. Dorsaz: un profestore entusiasta, ma non troppo preparato].

=======

Il 4 giugno 1948, all’età di 70 anni, padre Armand Dorsaz, sacerdote dell’antica chiesa di St-Pierre-de-Clages, morì all’ospedale di Sion.
Originario di Bourg-St-Pierre, ma nato nel 1878 a Conthey, che era la patria di sua madre nata Evêquoz, padre Père Dorsaz fece i suoi primi studi classici al college di St-Maurice, che lasciò per entrare nella Congregazione di Santo Redentore dove ha terminato gli studi e il noviziato.
Ordinato sacerdote, la spietata legge Combes lo costrinse a lasciare la Francia, dov’era.
Viene inviato in Irlanda come professore di teologia e approfitta del suo soggiorno per imparare la lingua inglese.
Quindi, è chiamato a Roma per dirigere gli alti studi teologici.

Ma la guerra del 1914 lo costrinse a lasciare la Città Eterna e tornare in patria dove amministrò la parrocchia di Corsier-Anières, nel cantone di Ginevra, poi fu nominato parroco di Petit-Lancy, vicino a Ginevra, post che occupa per alcuni anni.
Intorno al 1921-22, i suoi superiori gli commissionarono la fondazione di una casa missionaria a Bellières vicino a Châtel-Saint-Denis.
Da allora, ci sono poche parrocchie nella Svizzera romanda dove la sua eloquenza non è stata ascoltata.
La predicazione è uno degli obiettivi essenziali della Congregazione a cui apparteneva, e padre Père Dorsaz era particolarmente eccezionale.
Il suo talento di amministratore lo fece nominare, nel 1936, superiore della Grande Casa posseduta dalla Congregazione di Uvrier, vicino a Sion; lasciò questo incarico nel 1939 per tornare per la seconda volta a Châtel-St-Denis fino alla morte di suo fratello, l’abate Henri Dorsaz, rettore di St-Pierre-de-Clages, nel 1945.
Sostituisce quindi suo fratello in questo antico priorato e diventa il primo sacerdote; è nel mezzo del lavoro di restauro della più antica chiesa vallesana che la morte ha sorpreso. Doveva essere trasportato all’ospedale di Sion quando il dolore che lo affliggeva richiedeva cure più speciali, ed era lì che fu strappato via dalla nostra stima e affetto.

Accanto a questa vita di predicazione e missionario così adempiuta, padre Dorsaz Rd compose diversi libri di moralità e religione. Nel 1921 apparve il suo primo libro “La nostra parentela con le persone divine” che suscitò un’interessante controversia teologica con Mons. Fragnière di Friburgo. Quindi, nel 1929, “La questione romana”.

Lo stesso anno, ha pubblicato il frutto di alcune sue lezioni in “Le messe dell’Avvento”; nel 1930, uno studio critico su “Thérèse Neumann”; nel 1933, un opuscolo: “La chiamata del papa ai laici”, e nel 1939 uno studio molto delicato: “Il controllo razionale delle nascite”.
A questo devoto missionario, a questo apostolo di Gesù Cristo, rivolgiamo in queste poche righe il nostro pio ricordo.

Ora sta riposando vicino alla sua venerabile chiesa abbellita alla fine dei suoi giorni e rimane l’ultimo testimone della sua attività terrena, per la quale la ricompensa celeste gli sarà data da lui che ha servito fedelmente durante la sua vita.

——————-

Il primo pastore della parrocchia fu Padre Redentorista Armand Dorsaz, 1945-1948, che donò la sua villa per ospitare il presbiterio. Doveva ottenere l’autorizzazione del Superiore Generale della Congregazione per diventare sacerdote secolare. Il vescovo Bieler, arcivescovo di Sion, chiese la vendita della Canonica e il signor Antoine Pont la acquistò. Numerosi archivi scambiati attestano.
L’ex Canonica fu poi convertita in appartamenti, quindi ospitò una sala parrocchiale, con una sala da canto.

Leggi l’originale   in francese

            • Di lui la Bibliographie Générale des Ecrivains Rédemptoristes Vol. II, 1935 registra 4 opere alla pagina 129 (di soggetti filosofici).
              –  Apri la Bibliographie
            • E la Bibliographie Générale des Ecrivains Rédemptoristes Vol. III, 1939 registra un’altra opera alla pagina 293. 
               –  Apri la Bibliographie.

 ___________

Vai alla pagina delle Biografie di Redentoristi

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Agosto 31, 2019 at 12:06 am da Salvatore
Categoria: In memoriam
Tags: , , ,