Leggi Offline:

P. François Dumortier C.Ss.R. 1842-1916 – Francia.

P. François Dumortier C.Ss.R. 1842-1916.

Nessuna immagine disponibile del redentorista P. François Dumortier C.Ss.R. 1842-1916 – Francia; Provincia di Lione. Collaborò alla rivista La Sainte Famille (Parigi) con numerosi articoli pubblicati sotto il titolo generale di Fleurs des Saints e poi ne divenne il Direttore. La sua opera principale fu la traduzione dei cinque volumi delle Lettere di S. Alfonso. Morì a 73 anni.

Dati ufficiali

  • Cognome = Dumortier
  • Nome = François
  • Nazionalità = Francia (Provincia di Lione).
  • Nato = 25-Nov-1842
  • Morto = 10-Mag-1916
  • Professione = 26-Lug-1868
  • Sacerdote = 21-Set-1868

Dumortier François nacque a Tourcoing, diocesi di Lille, Francia, il 24 novembre 1842, professò nel 1868, fu ordinato sacerdote nel 1868.
Per quarant’anni collaborò alla rivista La Sainte Famille (Parigi) con numerosi articoli pubblicati sotto il titolo generale di Fleurs des Saints.
Ma la sua opera principale fu la traduzione dei cinque volumi delle Lettere di S. Alfonso.
Lasciò una storia inedita e incompiuta per la quale aveva lavorato per oltre venti anni.
Morì a Mouscron il 10 maggio 1916.

Dopo essere stato predicatore e scrittore, il Padre Dumortier divenne direttore dell’Associazione della Sainte Famille che aveva sede nella casa di Dunkerque.
Non è esagerato affermare che tra i redentoristi che, dopo tre quarti di secolo hanno risieduto in questa città, questo confratello è quello che ha lasciato il più profondo ricordo.
Il P. Dumortier aveva il culto della perfezione: non si accontentava delle cose fatte a metà. La pietà, l’osservanza della Regola, la fatica accanita, la conversazione travolgente, gli stessi scrupoli nascevano da questo bisogno di perfezione: troppo spesso dimenticò che lo sforzo umano è soggetto ad una misura e ad un limite.

Era simpatico in modo straordinario: la dottrina, l’amabile franchezza gli rendeva l’adulazione impossibile, la cordialità, un fondo di indulgenza e di bontà gli guadagnavano irresistibilmente la confidenza e metteva a loro agio coloro che l’avvicinavano. Era veramente uomo di Dio. Nella sua persona si riverberava il riflesso di un’alta virtù, un marchio di santità.
Negli ultimi anni il P. Dumortier si trovò in uno stato di ostinata prostrazione morale, gli scrupoli poi vennero ad assediarlo e sopraffarlo; i confratelli si sforzavano ad consolarlo e a sollevarlo. Fu il suo Calvario.

Il P. Dumortier fu di residenza a Mouscron dopo le espulsioni del 1901 e si rendeva utile a tutti, sia all’interno che all’esterno del convento. Durante la guerra del 1914 le privazioni del vitto e dei farmaci si unirono alle pene morali.
Il P. Dumortier fece una dolce e santa morte al suono dell’Angelus della sera, attorniato dai confratelli mentre pregavano La Madonna del Perpetuo Soccorso.

La Comunità di Muscron nel 1909 con i Padri Padres: Gillet, Rector, Provincial, A. Dumortier, Hernanrd, Hernociët (foto in AHGR).

Altro Profilo = da Mémorial Alphonsien

——————-

          • Di lui la Bibliographie Générale des Ecrivains Rédemptoristes Vol. II, 1935 oltre alla monumentale traduzione dei 5 volumi delle Lettere di S. Alfonso registra 14 opere alla pagina 135. (di storia redentorista).
            –  Apri la Bibliographie
          • E la Bibliographie Générale des Ecrivains Rédemptoristes Vol. III, 1939 aggiunge altre due opere alla pag.295 (di soggetti redentoristi). 
             –  Apri la Bibliographie.

 ___________

Vai alla pagina delle Biografie di Redentoristi

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Settembre 12, 2019 at 12:05 am da Salvatore
Categoria: In memoriam
Tags: , , ,