Leggi Offline:

Lettera n. 87 Alla Nobildonna Pasqualina Brancatisano 1847

87. Alla Nobildonna Pasqualina Brancatisano, Santa Cristina[1].
Direzione spirituale: l’assicura che, essendo malata, può mangiare la carne.

 

Tropea  27 Aprile 1847
Jesus, Maria, Joseph, Sanctus Alphonsus

 

Figlia in Gesù Cristo

In risposta a quella che mi diede il P. Caprioli[2] quà giusto ieri, altro non posso aggiungere ai decreti del mio Rettore[3], che cercare il parere dell’ottimo Medico Don Nunzio La Torre pel mangiare carne in tutti i giorni e vi assicurate della Volontà di Dio[4]. Non vi è scandalo per la famiglia essendovi i permessi dei Medici Spirituali, e Corporali. Andando in Ardore[5], e siete domandata da quel Confessore ditegli l’obbedienza del Rettore, e fate quello che vi dice il Medico.

Gesù, e Maria vi benedicano, e voi pregateli per me.

Umilissimo Vostro Servitore
Vito Michele Di Netta
del SS. Redentore

 

Indirizzo (timbro poco leggibile di Tropea):
All’Illustrissima Signora
Donna Pasqualina Brancatisano
Cose di Coscienza, Palmi per Santa Cristina


[1] Lettera autografa che si trova presso la Postulazione Generale Redentorista in Roma, Via Merulana.

[2] Vedi nota alla lettera 84 del 7 gennaio 1847.

[3] È il P. Salvatore Tallaridi, figlio di Raffaele e di Caliò Carmelina , nato il 23 maggio 1812 a Catanzaro e ordinato sacerdote il 13 giugno 1835. Partecipò all’apostolato missionario in Calabria col P. Di Netta, al quale successe come rettore nel 1845, senza però riuscire a portare a termine il triennio (gli subentrò ancora P. Di Netta). Morì il 29 ottobre 1879 a Pagani.

[4] La ricetta del medico annullava il precetto di non mangiar carne nei giorni indicati.

[5] Cf. Nota alla lettera 50 del 11/9/1840..

_______________

            Con cuore integro e fedele
         LETTERE DEL Ven. P. DI NETTA
—————–
Lettera n. 87
Legge: Donato Mantoan
[audio:/LettereMp3/087.mp3]

________________

Una quadro al giorno sulla vita del Venerabile
La chiesa del Gesù in Tropea e i suoi ricordi

Il nobile Antonio Toraldo, sepolto nella chiesa del Gesù. - Era un penitente del Venerabile P. Di Netta, sempre attento alla sua voce (ritratto in Casa Toraldo Di Francia).

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Agosto 26, 2012 at 12:04 am da Salvatore
Categoria: Venerabile Vito Michele Di Netta
Tags: