Leggi Offline:

2 dicembre = “La vostra liberazione è vicina” – I Avvento C
O Signore, rendi saldi e irreprensibili i nostri cuori nella santità alla venuta del Signore nostro Gesù (1 Ts 3,13).

• Signore Gesù spesso e volentieri siamo alla ricerca delle strade giuste da percorrere, delle parole da pronunciare, del gesto da compiere. Vogliamo fare bene il bene, ma non è sempre facile; gli ostacoli e il male sono una tentazione e una confusione per il nostro spirito per cui donaci la forza di seguire il tuo comando: «Vegliate e pregate in ogni momento» (Letizia Battaglino).

____________

• Io anelo tutto il giorno a te, o Signore. Ricordati, Signore, della tua grazia e della tua bontà, poiché esse esistono da tutta l’eternità… Buono e retto sei, o Signore, per questo mostri la via ai peccatori. Guidi gli umili secondo rettitudine, insegni ai poveri la tua via. Tutti i tuoi sentieri sono grazia e lealtà per quanti custodiscono la tua alleanza e le tue testimonianze. Salmo 25, 5‑G . 8‑10.

____________

• A che mi serve, avendo io coscienza dei miei peccati, che tu o Signore venga, se non vieni nella mia anima, se non torni nel mio spirito, se tu, o Cristo, non vivi in me e non parli in me? È a me che tu devi venire, è per me che deve realizzarsi il tuo avvento. Il tuo secondo avvento, o Signore, avverrà alla fine del mondo, allorché noi potremo dire: «Per me ‑il mondo è crocifisso,’e io per il mondo».
Fa’, o Signore, che la fine del mondo mi trovi… tale che la mia vita sia nei cieli… Allora per me si realizzerà la presenza della sapienza, la presenza della virtù e della giustizia, la presenza della redenzione; infatti tu, o Cristo, sei morto una sola volta per i peccati del popolo, ma –allo scopo di riscattare ogni giorno il popolo dai suoi peccati.
(cf S. Ambrogio, Commento Vang. S. Luca X, 7‑8).
_______________
da “Intimità divina”
Roma 1992

Caro mio Redentore, ti ringrazio di questi lumi che mi dai, e de' mezzi che mi fai conoscere per salvarmi. Io ti prometto di volerli stabilmente eseguire. Dammi l'aiuto per esservi fedele. Tu mi vuoi salvo, ed io voglio salvarmi. Non voglio no, mio Dio, resistere più all'amore, che mi porti (S. Alfonso).

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Dicembre 2, 2012 at 12:01 am da Salvatore
Categoria: Liturgia e devozioni, Preghiere di S. Alfonso
Tags: ,