Vangelo e riflessione della XXIV Domenica del TO AnnoB_2021

L’annuncio della Parola oggi

    • 1.Vangelo e riflessione della XXIV Domenica del TO AnnoB_2021:“Tu sei il Cristo… Il Figlio dell’uomo deve molto soffrire.”.
    • 2. Video-riflessione di Padre Alberto Maggi su Mc 8,27-35 da YouTube.
    • 3. Video – Vangeloclip Modena – XXIV domenica TO – Anno B – da YouTube.
    • 4a. Video – JOrigine dei Talebani: Chi sono e Cosa Vogliono? – da YouTube.
    • 4b. Video – L’esperienza più bella della mia vita – l’Oratorio Estivo. – da YouTube.
    • 5. – Video – Papa Francesco e il lungo viaggio di una donna anziana per incontrare il Papa. – da YouTube.
    • 6. Video CSSR – Tropea, Vibo Valentia. Chiesa del Gesù del Convento dei Padri Redentoristi. – da YouTube.
    • 7. Dalle opere di S. Alfonso – Un insegnamento di S. Alfonso sulla temperanza.

_________

“La parola di Dio dimora in voi che avete vinto il maligno”
(1Gv, 2,14).

1. Vangelo e riflessione della XXIV Domenica del del TO AnnoB_2021. (Mc 8,27-35).
“Tu sei il Cristo… Il Figlio dell’uomo deve molto soffrire”.
♦ In quel tempo, Gesù partì con i suoi discepoli verso i villaggi intorno a Cesarèa di Filippo, e per la strada interrogava i suoi discepoli dicendo: «La gente, chi dice che io sia?». Ed essi gli risposero: «Giovanni il Battista; altri dicono Elìa e altri uno dei profeti».
♦ Ed egli domandava loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Pietro gli rispose: «Tu sei il Cristo». E ordinò loro severamente di non parlare di lui ad alcuno.
♦ E cominciò a insegnare loro che il Figlio dell’uomo doveva soffrire molto, ed essere rifiutato dagli anziani, dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, venire ucciso e, dopo tre giorni, risorgere.
♦ Faceva questo discorso apertamente. Pietro lo prese in disparte e si mise a rimproverarlo. Ma egli, voltatosi e guardando i suoi discepoli, rimproverò Pietro e disse: «Va’ dietro a me, Satana! Perché tu non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini».
♦ Convocata la folla insieme ai suoi discepoli, disse loro: «Se qualcuno vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua. Perché chi vuole salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia e del Vangelo, la salverà».

________

2. Video-riflessione di P. Alberto Maggi su Mc 8,27-35 di studibiblici (dur. 7,40) – da YouTube.

_________________

3. Video – Vangeloclip Modena – XXIV domenica del Tempo Ordinario – Anno B (dur. 5,36)  – da YouTube.

_________________

4a. Video – Origine dei Talebani: Chi sono e Cosa Vogliono? di Ulisse (dur. 11,17) – da YouTube.

_________________

4b. Video – L’esperienza più bella della mia vita – l’Oratorio Estivo di Don Alberto Ravagnani (dur. 6,25) – da YouTube.

_________________

5. Video – Papa Francesco e il lungo viaggio di una donna anziana per incontrare il Papa di Tv2000it (dur. 4,10) – da YouTube.

_________________

6. Video C.Ss.R. – Tropea, Vibo Valentia. Chiesa del Gesù del Convento dei Padri Redentoristi. di Chiese d’Italia (dur. 3,16) – da YouTube.

_________________

7. Un insegnamento e una testimonianza di S. Alfonso sulla temperanza.
♦ L’intemperanza nel cibarsi fa grande danno al corpo ed all’anima! In quanto al corpo è certo che la maggior parte dei morbi umani son cagionati dal vizio della gola… Ma minor male sono i morbi del corpo; il peggiore è l’infermità che ne proviene all’anima… Siccome il digiuno dispone l’anima alla contemplazione di Dio e dei beni eterni, così l’intemperanza ne la distoglie. (S. Alfonso in La Monaca Santa).
♦ Quasi tutte le passioni che fan guerra al nostro Spirito, hanno origine dagli occhi non ben custoditi, poiché dal vedere si muovono in noi per lo più le passioni e gli affetti disordinati. (S. Alfonso in La Monaca Santa).
♦ S. Alfonso inculcò nelle Regole che i Congregati si contentassero di una parca mensa e che questa loro frugalità risaltasse specialmente in missione. Tutto confermò col suo esempio tanto che ancora vivente. Mangiava infatti pochissimo e quel poco che prendeva lo condiva talmente con erbe amare che perfino i gatti rifiutavano i suoi avanzi.
♦ Il segreto della purezza del cuore di S. Alfonso, da giovane laico, era la sua radicale abitudine di pietà e le precauzioni che prendeva per preservarsi dal fascino del mondo. Lo si può capire dal modo col quale andava a teatro. Appena si alzava il sipario, quando tutti gli spettatori puntano i cannocchiali sulla scena, Alfonso, che pure era miope, toglieva le sue lenti, e così attori, attrici ed apparato scenico tutto sfuggiva interamente al suo sguardo. (Tannoia).

_________________

La salvezza, nella logica del vangelo, richiede la sofferenza, che solo un amore senza limiti come quello di Cristo può sostenere. – Ci attira il Cristo che soffre? Allora non esitiamo a seguirlo. Accogliamo l’invito a perdere la nostra vita aderendo in pienezza alla logica della croce, come il Beato Don Pino Puglisi prossimo alla canonizzazione. Il sorriso e la croce accettata e portata con amore è la testimonianza vincente di Don Pino Puglisi per noi oggi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.