Leggi Offline:

  L’annuncio della Parola oggi

            • 1. Vangelo e riflessione di Domenica IV Avvento “A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me?”
            • 2. Quartadi Avvento – Video riflessione di P. Gennaro Sorrentino redentorista. – da YouTube.
            • 3. Betlemme, il luogo dove Dio si è fatto Uomo – Gloria.TV.
            • 4. Andrea Bocelli – O Holy Night – da Gloria TV
            • 5. Una riflessione di S. Alfonso: Tu scendi dalle stelle.

_________

“La parola di Dio dimora in voi che avete vinto il maligno” (1Gv, 2,14).

_________

1. Vangelo della domenica –  (Lc 1,39-45)
“A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me?”

In quei giorni Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città di Giuda.
Entrata nella casa di Zaccarìa, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo. Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me? Ecco, appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi, il bambino ha sussultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell’adempimento di ciò che il Signore le ha detto».

________VIDEO_______

2. Quarta d’Avvento – Video riflessione di P. Gennaro Sorrentino redentorista – dur. 12,52 – da YouTube.

__________________

3. Betlemme, il luogo dove Dio si è fatto Uomo! (dur 4,33) di luca capozzi  da Gloria TV.

_________________

4. Andrea Bocelli – Santa la Noche (O Holy Night) (dur 4,31) di Irapuato – da Gloria TV.

_________________

5. Una riflessione di S. Alfonso – Canzoncina a Gesù Bambino.

Tu scendi dalle stelle, o Re del Cielo,
E vieni in una grotta al freddo, al gelo.
O Bambino mio Divino,
Io ti vedo qui tremar.
O Dio beato,
E quanto ti costò l’avermi amato!

A Te, che sei del mondo il Creatore
Mancano panni e fuoco, o mio Signore.
Caro eletto Pargoletto,
Quanto questa povertà
Più m’innamora,
Giacché ti fece Amor povero ancora.

Tu che godi il gioir nel Divin Seno,
Come vieni a penar su questo fieno?
Dolce amore del mio core,
Dove Amor ti trasportò?
O Gesù mio,
Per chi tanto patir, per amor mio!

Ma se fu tuo volere il tuo patire,
Perché vuoi pianger poi, perché vagire?
Sposo mio, Amato Dio,
mio Gesù, t’intendo sì;
Ah mio Signore,
Tu piangi non per duol, ma per amore.

Leggi tutta la Canzoncina di S.Alfonso.

P. Gennaro Sorrentino redentorista tiene la videoriflessione settimanale, collaborato dai tecnici di Telenuova2 di Pagani (SA).

Condividi questo articolo:
  • email
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Technorati
  • Upnews
  • Wikio IT

Dicembre 23, 2012 at 12:05 am da Salvatore
Categoria: Liturgia e devozioni, Preghiere di S. Alfonso, Proprium liturgico
Tags: , ,